Cosa significa e-commerce

Quando si parla di e-commerce (o commercio elettronico) ci si riferisce alla compravendita di prodotti e servizi attraverso il canale informatico (Internet based). In base alla natura dei soggetti coinvolti è poi possibile distinguere diverse declinazioni del concetto di e-commerce: si parla di Business to Business (B2b) quando la relazione è tra due imprese (una fornitrice e una acquirente) e di Business to Consumer (B2c) quando la relazione è tra un’impresa fornitrice e un consumatore finale.

È proprio questa seconda tipologia di commercio online l’oggetto della nostra guida. All’interno della definizione di e-commerce B2c rientrano le vendite di prodotti fisici (ad esempio grocery, abbigliamento, libri, prodotti informatici) e servizi fruibili offline (vedi mondo delle assicurazioni e dei viaggi). Ma il significato di e-commerce va oltre la sua mera definizione. Il canale online offre infatti alle imprese (grandi e piccole) opportunità di business fino a poco tempo fa inimmaginabili.

Grazie al digitale cade ogni tipo di barriera geografica e temporale (anche le piccole realtà possono oggi espandere il proprio raggio d’azione a livello nazionale e addirittura internazionale) con ricadute ovviamente positive per il fatturato. Si affinano nuove tecnologie e percorsi di acquisto e vendita e l’e-commerce diventa un formidabile strumento di marketing e profilazione, ma anche il canale ideale per erogare informazioni su prodotti/servizi sempre più ricche e complete e rafforzare il rapporto azienda/consumatore

Essere presenti online, ovviamente nel modo giusto, è dunque fondamentale per le aziende italiane, siano esse imprese tradizionali o DotCom (nate appositamente per operare sul web). Ma per farlo è altrettanto fondamentale conoscere il contesto digitale di riferimento e inquadrare il fenomeno dell’e-commerce italiano all’interno di un perimetro ben definito. Questa guida è il punto giusto da cui partire. L’Osservatorio eCommerce B2c studia infatti il fenomeno del commercio elettronico in Italia sotto due differenti punti di vista, quello della domanda e quello dell'offerta. La domanda corrisponde al valore degli acquisti online dei consumatori italiani che possono avvenire su siti italiani o su siti stranieri (Import) mentre l'offerta corrisponde al valore delle vendite online degli e-commerce B2c italiani che possono andare a consumatori italiani o a consumatori stranieri (Export). 


Quali sono i numeri dell'e-commerce in Italia?
Scarica l'Infografica

Le due prospettive appena descritte sono indispensabili per cogliere a pieno l'impatto dell'e-commerce nelle abitudini di acquisto degli italiani. Ma non solo, rappresentano le basi da cui partire per il nostro viaggio all'interno del mondo e-commerce: dai trend del mercato italiano a quello mondiale, con un focus sui principali settori merceologici dello shopping online, senza tralasciare gli aspetti dei pagamenti, della logistica e della Customer Experience, vero "termometro" per misurare il successo di un sito e-commerce.

trend e-commerce

Quali sono i trend da seguire nell’e-commerce B2c? Cosa dobbiamo aspettarci per il futuro? La percezione è che il fenomeno sia via via più difficile da interpretare. Ma diversi trend (di natura tecnologica e non) ci aiutano a tracciare la strada. In tutto questo, è necessario dare un'occhiata a quello che succede sui mercati internazionali. Qualche numero? Nel 2017 la domanda e-commerce B2c ha raggiunto un valore di oltre 2.000 miliardi di euro. Ed è la Cina, neanche troppo a sorpresa, a guidare il mercato degli acquisti online a livello mondiale.  Scopri di più...

L’impatto digitale sul commercio di beni e servizi è, anno dopo anno, più importante. L’e-commerce è un fenomeno sempre più rilevante, con un perimetro di azione progressivamente meno limitato e circoscritto. In questo post vediamo cosa sta succedendo nel nostro Paese, entrando nel cuore dell’e-commerce italiano. I numeri che analizzeremo ci dicono che siamo in ritardo, ma in crescita. Una crescita non ancora sufficiente per recuperare il ritardo rispetto ai principali mercati stranieri comparabili al nostro (UK, Francia e Germania), dove l’e-commerce raggiunge penetrazioni da due a quattro volte superiori.  Scopri di più...

ecommerce italia trend e statistiche

Gli acquisti online, come appurato, crescono in maniera rilevante e il paniere dell’e-commerce B2c italiano si avvicina sempre più a quello dei mercati stranieri più evoluti. Ma cosa acquistano esattamente gli italiani sul web? Innanzitutto più prodotti che servizi. Il che non è un dettaglio visto che proprio nel 2017 gli acquisti online di prodotto hanno raggiunto e superato quelli di servizio, grazie a un ritmo di crescita quattro volte superiore. Tra i prodotti, i principali comparti sono Informatica ed Elettronica di consumo, Abbigliamento, Arredamento e Home living, EditoriaFood&Grocery. Spiccano, tra gli altri, anche Ricambi Auto, Beauty e Giocattoli, comparti emergenti e di grande prospettiva. Nei servizi, poi, protagonista incontrastato è il comparto Turismo e trasporti. Si tratta del settore merceologico più maturo e più grande dell’e-commerce in Italia, trainato dalla prenotazione di biglietti aerei/ferroviari e pernottamenti. Menzione d'onore anche per le Assicurazioni, al secondo posto nella speciale classifica dei servizi.

turismo online

TURISMO
39%

assicurazioni online

ASSICURAZIONI
5%

ecommerce elettronica

ELETTRONICA
17%

prodotti e-commerce

ALTRO
24%


Possiedi o gestisci un e-commerce? Ecco come migliorare le performance del tuo negozio online!
Scopri il Percorso
mobile commerce: acquisti online da smartphone

Che il mobile assuma ormai grande importanza nell’e-commerce B2c globale è un dato di fatto. La pervasività di strumenti come Smartphone e Tablet ha cambiato le abitudini di acquisto online dei consumatori, che sempre più spesso decidono di concludere l’acquisto direttamente dai loro device mobili. Basti pensare che nel 2018, in Italia, ben il 31% degli acquisti e-commerce arriva da Smartphone. Ma quali sono i trend da seguire con maggiore attenzione in ambito Mobile Commerce?  Scopri di più...

pagamenti e-commerce

Le modalità di pagamento utili agli acquisti online sono un aspetto nevralgico nella gestione di un e-commerce perché contribuiscono in maniera fondamentale all'esperienza del cliente. Per capire quali sono gli strumenti di pagamento più funzionali al successo di un business online, proviamo a vedere come avvengono i pagamenti e-commerce in Italia e quali sono le tecnologie da monitorare per il futuro. PayPal e carte di credito sono in testa, ma occhio agli e-wallet, sempre più in crescita!   Scopri di più...

logistica ecommerce: servizi di consegna

Dopo aver conosciuto nel dettaglio il mondo degli acquisti e delle vendite online in Italia, i suoi trend, i settori nevralgici e gli strumenti di pagamento più utilizzati, ci tuffiamo in quello che, seppur alla fine del processo di vendita, è tra i temi più rilevanti per lo sviluppo di una piattaforma e-commerce: la consegna ultimo miglio. Qualità e ampiezza dei servizi di consegna e di gestione del reso sono cruciali nelle scelte di acquisto del consumatore. Quali servizi offrono gli operatori italiani e quali sono le strade da seguire per il futuro? Abbiamo dato una serie di risposte, tutte da scoprire.  Scopri di più...


Vuoi conoscere le ultime novità sul mondo dell'e-commerce?
Guarda il Video

Non bisogna tralasciare che nello sviluppo di un’iniziativa e-commerce diviene prioritario garantire un’esperienza di acquisto fluida, semplice ed efficace, non solo online ma anche nei percorsi multicanale. Subentra qui la Customer Experience, il fattore in grado di convertire le visite in vendite. Per riuscire nell'obiettivo, ogni operatore e-commerce dovrebbe progettare un "customer journey" personalizzato e fortemente innovativo. Come fare? Operare nelle 5 fasi che descrivono il processo di acquisto: marketing, usability, check-out, delivery e customer care.  Scopri di più...

customer experience nell'e-commerce
Iscriviti al sito per restare aggiornato sui temi dell'Innovazione Digitale          Iscriviti