eCommerce B2c

Beauty online: la rivoluzione digitale

09 novembre 2018 / Di Samuele Fraternali / Nessun commento

Tra i settori merceologici sempre più impattati dal commercio elettronico c’è il Beauty. Il comparto salute e bellezza, come tutti i settori di prodotto, sta attraversando un profondo percorso di digitalizzazione che sta ridisegnando il processo e l’esperienza d’acquisto del consumatore.

 

Il Beauty tra eCommerce e Retail

Grande attenzione, oggi nel settore, è posta sul livello di personalizzazione offerto al cliente, sia in termini di prodotto (ad esempio trucchi idonei alle linee somatiche o creme adatte ai gusti e alle caratteristiche del cliente stesso) sia in termini di user experience, con l’obiettivo di riproporre sul canale digitale le logiche costruite nel tempo sul canale Retail. Il fattore necessario per questa trasformazione è la conoscenza approfondita del cliente.

Ed è proprio questa la direzione intrapresa dai principali operatori. Si lavora prevalentemente all’utilizzo di strumenti smart per la raccolta di dati “fisici” (Skin & Hair Scanning) e di dati comportamentali del cliente (tramite soluzioni AR/VR e Wearable). Non si tratta dunque di soluzioni dedicate esclusivamente al canale online, al contrario la leva per favorire lo sviluppo del Beauty eCommerce è una sapiente convergenza tra online e offline.

 

Il Beauty online in Italia e nel mondo

Il Beauty online in Italia è considerato un settore “emergente”, caratterizzato cioè da un tasso di penetrazione dell’eCommerce B2c rispetto al totale acquisti Retail (offline + online) nell’intorno del 5%, inferiore rispetto al 6,5% di penetrazione media dell’eCommerce B2c italiano, ma da un tasso di crescita (+31% sul 2017) più elevato del tasso medio di mercato (+16%).

Le potenzialità del settore sono vere anche a livello internazionale e nell’ultimo biennio hanno attratto importanti investimenti. Le aziende (produttori e retailer) stanno investendo principalmente in tecnologie, come ad esempio applicazioni di Augmented e Virtual Reality (Benefit Cosmetics, Estee Lauder, L’Oreal, Sephora), di Internet of Things / Wearable (Kérastase) e di Big Data / Artificial Intelligence (Innisfree, Lancôme), in open innovation (LVMH, Shiseido) e in omnicanalità (Profumerie Douglas).

Altri top merchant dell’eCommerce B2c mondiali invece hanno deciso di entrare in questo mercato tramite acquisizioni (Showroomprive.com con BeautyPrivè) oppure aprendo una line of business dedicata (Amazon, eBay, Zalando, LuisaViaRoma).

Investimenti e attenzione al cliente, uniti alla continua e ineluttabile digitalizzazione dei consumatori, lasciano quindi presagire, per i prossimi anni, un trend di crescita della domanda eCommerce di Beauty in Italia e nel mondo.

New Call-to-action

Samuele Fraternali

Samuele Fraternali

Direttore dell’Osservatorio Gioco Online e Senior Advisor dell'Osservatorio eCommerce B2c

Samuele Fraternali

Latest posts by Samuele Fraternali

Articoli più letti