Il vero significato di Fintech

Il futuro della finanza ha un DNA digital. Ad attestarlo, più di questa guida, è il cambiamento che sta investendo il mondo dei servizi bancari, finanziari e assicurativi in questi ultimi anni. Le tecnologie digitali invadono il mondo Finance in maniera impattante quanto inevitabile, tanto che è impossibile non parlare di Fintech. Quello del Fintech è un mondo che non si limita al solo ambito bancario, ma si compone di diversi attori e protagonisti. Competizione allargata, open banking, API, startup, roboadvisor, automatizzazione dei processi, tutti tasselli di un mosaico ricco quanto variegato, che saranno analizzati nel corso della guida. Per esplorare l'universo della Tecnofinanza è bene partire da qualche definizione. Innanzitutto, cosa significa Fintech?

Il termine Fintech nasce dalla contrazione di Finance (Fin) e Technology (Tech), a indicare le due radici forti a cui fare riferimento. Con l’accezione più ampia del termine si intende un qualunque utilizzo di strumenti digitali applicati in ambito finanziario. In altri casi Fintech è utilizzato per indicare solamente le startup operanti in tale contesto.

Nello specifico, si parla spesso di startup Fintech-Fin e di quelle Fintech-Tech: le prime sono coloro che si focalizzano su uno o più servizi finanziari e cercano di ottimizzarli tramite l’utilizzo di strumenti digitali, le seconde invece hanno un processo diametralmente opposto in quanto partono dallo sviluppo di una specifica tecnologia che viene poi applicata al settore finanziario (spesso non solo).

Il tema Fintech ci offre l'assist di parlare di Insurtech. In linea con quanto già detto per la Tecnofinanza, la contrazione Insurtech indica in senso ampio l’innovazione in ambito assicurativo abilitata dalla tecnologia. Report più focalizzati su aspetti finanziari tendono a considerare Insurtech come un sottosegmento del Fintech, mentre analisi relative ad aspetti assicurativi ne evidenziano un’accezione a se stante.


Vuoi conoscere i numeri della rivoluzione Fintech?
Scarica l'Infografica

Non esistendo una definizione della parola “Fintech” globalmente riconosciuta, l’Osservatorio Fintech & Insurtech (che da anni delinea le direttrici di sviluppo digitale più rilevanti per il settore finanziario) considera come Fintech tutte le innovazioni digitali in ambito finanziario, a prescindere da quale sia l’attore che sviluppa ed eroga il prodotto o servizio. Vengono studiati infatti sia gli attori tradizionali del settore sia i nuovi entranti quali startup, BigTech e aziende di altri settori (come ad esempio Retail e Automotive).

In questo ecosistema così eterogeneo è bene mettere ordine. Quali sono i servizi Fintech più diffusi in Italia? Quali le tecnologie digitali maggiormente in grado di rivoluzionare il mondo della finanza e delle assicurazioni? Quali le startup Fintech emergenti? Tutte domande che meritano una risposta. In questa guida approfondiremo:

open finance

I servizi finanziari evolvono e le nuove normative (la PSD2 su tutte) introducono un nuovo modo di fare banca, più semplice e accessibile. È qui che l’Open Banking si allarga verso il concetto più olistico di Open Finance, espressione coniata dall’Osservatorio Fintech & Insurtech del Politecnico di Milano. Nell’idea di Open Finance i servizi finanziari sono trattati indipendentemente dall’attore che li sta proponendo. Non solo banche e attori tradizionali, dunque, ma anche startup, bigtech, automotive, retail e chiunque si proponga nel mondo finanziario.
Scopri cos'è l'Open Banking e come evolve in Open Finance >>

pagamenti p2p fintech

TRASFERIMENTI
P2P

fintech per gestione risparmi familiari

SERVIZI BUDGET
FAMILIARE

prelievo cardless e fintech

PRELIEVO
CARDLESS

trasferimenti conto bancario

TRASFERIMENTO DATI DA CC

servizi fintech in italia

Il fenomeno Fintech investe anche l'Italia, un Paese storicamente caratterizzato da importanti pilastri: il risparmio delle famiglie, il credito bancario e il tessuto industriale caratterizzato prevalentemente da piccole e medie imprese. Secondo un'indagine dell'Osservatorio Fintech & Insurtech sono 11 milioni (corrispondenti a circa il 25% della popolazione italiana tra i 18 e i 74 anni) gli utenti che hanno utilizzato almeno un servizio Fintech o Insurtech, con una soddisfazione media elevata. Il digitale continua dunque a diffondersi nel mondo finanziario e assicurativo, investendo le abitudini dei consumatori italiani, ma anche quelle delle nostre PMI.
Scopri i numeri del Fintech in Italia >>

fintech startup

Come ormai molti settori, anche quello finanziario e assicurativo sta assistendo ad una progressiva crescita delle startup. Anzi, il ruolo di queste ultime sta diventando sempre più centrale nel modellare il DNA digital del mondo Finance. I numeri della Ricerca 2018 dell’Osservatorio Fintech & Insurtech raccontano come le startup Fintech vivano una crescita più che esponenziale, sia in termini numerici che in termini di finanziamenti ricevuti. Stati Uniti e Cina guidano la crescita, con l'Italia ancora indietro ma comunque in timida ascesa. Il Banking è il settore che maggiormente sta giovando dei servizi innovativi proposti da queste startup, molto promettente anche il mondo Insurtech.
Scopri di più sulle startup del mondo Fintech & Insurtech >>

marco giorgino fintech

Le opportunità che le tecnologie digitali possono offrire sono veramente importanti e questo farà selezione da qui a cinque anni. Tra cinque anni vedremo un panorama bancario, finanziario e assicurativo molto diverso da quello che oggi stiamo vivendo e uno degli elementi più dirompenti sarà certamente rappresentato dalla tecnologia digitale...  Leggi il discorso completo >>

Marco Giorgino alla Camera dei Deputati
Responsabile Scientifico Osservatorio Fintech & Insurtech
(Politecnico di Milano)


Vuoi cogliere le opportunità della rivoluzione Fintech?
Inizia il Percorso

La Blockchain è tra le tecnologie più interessanti che hanno investito il mondo del Fintech e delle assicurazioni. Le banche e i player del settore hanno ormai compreso l’importanza di Blockchain e Distributed Ledger, e sono sempre più numerosi i servizi basati su queste tecnologie promossi da istituti finanziari e assicurativi nel mondo. L'Italia non è da meno e sono numerosi i progetti che spingono in questa direzione anche nel nostro Paese. Tra strategie forti, altre pragmatiche, altre più titubanti, i protagonisti della finanza internazionale hanno ormai colto la portata innovativa della Blockchain.
Scopri di più su Fintech e Blockchain >>

fintech e blockchain
fintech bigdata e artificial intelligence

L’innovazione in ambito finanziario e assicurativo corre veloce. E porta in grembo la soddisfazione di clienti e PMI, sempre più convinti che i servizi digitali rendano più agile ogni processo. I player di questo settore, dunque, l’apertura alle nuove tecnologie sta diventando determinante. E in questo senso c’è molta attenzione su Blockchain, come visto in precedenza, ma anche su Big Data Analytics e Intelligenza Artificiale. In una guida sul mondo Fintech che si rispetti, è interessante allora concentrarsi su quest'ultime per analizzarne l'impatto nel mondo digitale di finanza e assicurazioni.
Scopri le applicazioni AI e Big Data nel Finance >>


Vuoi conoscere le ultime novità in tema Fintech & Insurtech?
Guarda il Video

La gestione risparmi nell'era Fintech

A chi affidarsi per la gestione dei propri risparmi? È questa una delle domande che accomuna moltissimi italiani. Oggi, le risposte a questo dubbio arrivano dai numeri: gli utenti internet del nostro Paese scelgono principalmente le banche e gli operatori postali. Tuttavia, nonostante questi due enti siano ad oggi imprescindibili per la quasi totalità delle persone, per quanto riguarda la gestione dei risparmi, stiamo assistendo ai primi segnali di un possibile cambiamento. C’è chi inizia infatti a prendere in considerazione le startup Fintech, ma anche associazioni di categoria, produttori di smartphone, operatori di telefonia, siti di eCommerce, catene di supermercati e aziende internet, in molti casi affiancando uno di questi attori a uno dei due player principali, quindi la banca o l’operatore postale.

tecnologie finanziarie gestione risparmi

La decisione del cliente retail è facilmente intuibile. In un primo tempo affianca un nuovo attore all’operatore storico, scelta che potrebbe essere guidata dal livello di innovatività del servizio, dalla possibile diversificazione percepita, dal livello di servizio o da aspetti puramente economici. Nel momento in cui tale scelta inizierà a dare ritorni non solo a livello monetario ma anche in termini di fiducia potremmo potenzialmente assistere a uno spostamento sensibile delle masse nel medio-lungo periodo.
Scopri di più su gestione risparmi e Fintech >>

roboadvisor tecnofinanza

Nel mondo della gestione dei risparmi, il ruolo dei Robo Advisor sta cambiando. Appena qualche anno fa, con l’esplosione di queste piattaforme super automatizzate, il compito umano sembrava aver perso ogni significato. A distanza di qualche anno, le cose hanno preso una piega diversa. E ci dicono che forse certe considerazioni fatte in passato avevano trascurato alcuni elementi fondamentali delle relazioni investitore-operatore e il valore irrinunciabile delle competenze umane.
Scopri di più sul ruolo dei Robo Advisor >>

Iscriviti al sito per restare aggiornato sui temi dell'Innovazione Digitale   Iscriviti