Cos'è la Blockchain e come funziona

Oggi si fa un gran parlare della tecnologia Blockchain. Siamo in un momento storico in cui questa innovazione sta catalizzando moltissime attenzioni, ma troppo spesso si rimane incagliati in una confusione ancora abbastanza generalizzata, tra Criptovalute, Bitcoin, Piattaforme Blockchain, Smart Contract e quant'altro.

Questa guida nasce proprio con l'intento di provare a fare ordine. Innanzitutto, a cosa serve questa tecnologia? La Blockchain, che sfrutta le caratteristiche di una rete informatica di nodi, consente di gestire e aggiornare, in modo univoco e sicuro, un registro contenente dati e informazioni (per esempio transazioni) in maniera aperta, condivisa e distribuita senza la necessità di un’entità centrale di controllo e verifica.

Le applicazioni della Blockchain, che si attende siano rilevanti in numerosi settori, sono spesso contraddistinte dalla necessità di disintermediazione e decentralizzazione. Questa innovazione consente, potenzialmente, di fare a meno di banche, notai, istituzioni finanziarie e così via.

Le tecnologie Blockchain sono incluse nella più ampia famiglia delle tecnologie di Distributed Ledger (si rimanda qui per una definizione tecnica di Distributed Ledger e Blockchain), ossia sistemi che si basano su un registro distribuito, che può essere letto e modificato da più nodi di una rete. Per validare le modifiche da effettuare al registro, in assenza di un ente centrale, i nodi devono raggiungere il consenso. Le modalità con cui si raggiunge il consenso e la struttura del registro sono alcune delle caratteristiche che connotano le diverse tecnologie Distributed Ledger.


Il Glossario della Blockchain: tutte le definizioni
Scarica il Glossario

La Blockchain è quindi una sottofamiglia di tecnologie, o come viene spesso precisato, un insieme di tecnologie, in cui il registro è strutturato come una catena di blocchi contenenti le transazioni e il consenso è distribuito su tutti i nodi della rete. Tutti i nodi possono partecipare al processo di validazione delle transazioni da includere nel registro.

Dalla definizione di Blockchain possiamo partire per esplorare gli aspetti più interessanti legati a questa tecnologia. La rivoluzione digitale della Blockchain, nata dal mondo Bitcoin e criptovalute, è infatti solo agli inizi. Le applicazioni sono tante, le potenzialità sono enormi, in gran parte ancora da esplorare e non solo in ambito finanziario. Compito di questa guida sarà quello di spiegare la Blockchain in maniera semplice, mettendo comunque a fuoco le opportunità per il business e i benefici da cogliere. Il tutto con l'aiuto dell'Osservatorio Blockchain & Distributed Ledger, che da sempre si pone l’obiettivo di produrre conoscenza e far ordine e chiarezza su questi temi.

Dalla Blockchain all'Internet of Value

La tecnologia Blockchain si inseririsce nel contesto più ampio di Internet of Value, letteralmente «Internet del Valore», ovvero quei sistemi che rendono possibile scambiarsi valore su Internet con la stessa semplicità con cui oggi vengono scambiate le informazioni. L’Internet of Value è definita come una rete digitale di nodi che si trasferiscono valore attraverso un sistema di algoritmi e regole crittografiche che permette di raggiungere il consenso, anche in assenza di fiducia, sulle modifiche da apportare a un registro distribuito che tiene traccia dei trasferimenti di asset digitali univoci.

internet of value e blockchain
Le caratteristiche delle tecnologie Blockchain

Come vedremo più avanti nel corso della guida, sono molteplici le piattaforme che potrebbero concorrere all’abilitazione dell’Internet of Value: da Bitcoin a Ethereum, da Iota a Nano, da Zcash a Monero. Vi sono oggi oltre 1.000 piattaforme e ne nascono di nuove ogni giorno. Ciascuna è connotata da configurazioni differenti, tuttavia è possibile identificare 7 caratteristiche comuni proprie della tecnologia Blockchain. La prima fa ovviamente riferimento alla Digitalizzazione e alla trasformazione dei dati in formato digitale. Di seguito le altre sei:

registro distribuito blockchain

DECENTRALIZZAZIONE

Le informazioni vengono registrate distribuendole tra più nodi per garantire sicurezza informatica e resilienza dei sistemi.

tracciabilita blockchain

TRACCIABILITÀ DEI
TRASFERIMENTI

Ciascun elemento sul registro è tracciabile in ogni sua parte e se ne può risalire all’esatta provenienza

disintermediazione blockchain

DISINTERMEDIAZIONE

Le piattaforme consentono di gestire le transazioni senza intermediari, ossia senza la presenza di enti centrali fidati

trasparenza blockchain

TRASPARENZA E VERIFICABILITÀ

Il contenuto del registro è trasparente e visibile a tutti ed è facilmente consultabile e verificabile

immutabilità del registro

PROGRAMMABILITÀ
DEI TRASFERIMENTI

Una volta scritti sul registro, i dati non possono essere modificati senza il consenso della rete

programmazione-blockchain

PROGRAMMABILITÀ
DEI TRASFERIMENTI

Possibilità di programmare determinate azioni che vengono effettuate al verificarsi di certe condizioni


Vuoi conoscere il Framework delle piattaforme Blockchain?
Scarica la Scheda
bitcoin e blockchain

Per comprendere al meglio la portata della tecnologia Blockchain è opportuno richiamare il protocollo Bitcoin e il legame che intercorre tra questi due mondi. Già, perché la relazione fra Blockchain e Bitcoin è tanto stretta, quanto cruciale. Rilasciata nel 2009, Bitcoin è stata la prima criptovaluta ad utilizzare una nuova tipologia di registro distribuito, noto appunto come Blockchain. Tra le novità introdotte dai Bitcoin, il fatto che ogni transazione fosse legittimata da una rete decentralizzata e non dalle autorità centrali. Seppur breve, la storia di questa criptovaluta ha segnato e stimolato l'evoluzione delle tecnologie Blockchain, tra sperimentazioni, perplessità e un hype mediatico senza precedenti. E il futuro? Tutto ancora da scrivere.
>> Scopri di più sulla storia di Bitcoin e Blockchain

criptovalute e blockchain

Non solo Bitcoin. Negli ultimi anni il mondo delle criptovalute è letteralmente esploso, tanto che oggi se ne contano almeno un migliaio. Ma cosa sono esattamente queste criptovalute? Strumenti finanziari alternativi? Valute vere e proprie? Definizione alla mano, parliamo di monete digitali decentralizzate che utilizzano tecniche crittografiche per garantire la sicurezza degli scambi tra gli utenti. Tante le differenze dalle valute tradizionali, tante anche le nuove piattaforme che si sono guadagnate le luci della ribalta. Parliamo di Ethereum, Ripple, Corda, Hyperledger, nomi ormai noti e non soltanto agli addetti dei lavori. Tanti i punti di forza, diversi anche quelli di debolezza. Una la certezza: la rivoluzione digitale delle criptovalute continua!
>> Scopri di più su Criptovalute e Blockchain

applicazioni blockchain

La grande attenzione sulla Blockchain porta in grembo anche tanta confusione. La volontà di aggredire un’innovazione per trarne immediatamente benefici, del resto, non sempre porta risultati. La strada verso una diffusione reale e proficua di questa tecnologia su più settori, diventa tuttavia ogni giorno più chiara. Oggi diverse aziende di tutto il mondo hanno iniziato a sperimentare soluzioni Blockchain e Distributed Ledger. E sono emersi con più chiarezza gli ambiti di applicazione e le piattaforme di soluzioni e sviluppo.
>> Scopri le principali applicazioni della Blockchain


Blockchain Bootcamp: il corso per i professionisti IT
Partecipa al Corso

ICO e token sono due termini oramai entrati nel linguaggio comune di molti protagonisti del mondo Blockchain, spesso però vengono utilizzati senza avere comprendere pienamente caratteristiche e problematiche che li contraddistinguono. Nel complesso si tratta di strumenti potenzialmente sono in grado di abilitare modelli di business molto innovativi, tuttavia, per coglierne appieno i benefici, sarà necessaria un’ulteriore evoluzione a livello normativo. E le recenti truffe ai danni degli investitori lo confermano.
>> Approfonidisci il tema delle Initial Coin Offering

ico blockachain
Iscriviti al sito per restare aggiornato sui temi dell'Innovazione Digitale     Iscriviti