Estate 2021: l’effetto annuncio e la ripresa delle prenotazioni

17 May 2021 / Di Eleonora Lorenzini / 0 Comments

I primi tre mesi dell’anno sono stati all’insegna della prudenza: l’indice di fiducia dei viaggiatori di Confcommercio segnava un valore di 50 su 100, 10 punti sotto febbraio 2020 e un’indagine del Travel Consul e Aigo mostrava come il 66% degli italiani stesse aspettando a fissare date di viaggio precise. Ma i recenti sviluppi su Green Certificate, la campagna vaccinale e gli annunci del Governo, oltre che l’avvicinarsi dell’estate, hanno fatto ripartire le prenotazioni dei turisti e le speranze degli operatori del settore.

Secondo i dati di una ricerca di Booking.com su oltre 28.000 viaggiatori in 28 Paesi il 66% dei viaggiatori globali sono più ottimisti sulla possibilità di tornare a viaggiare nel 2021 rispetto al 2020, la percentuale sale al 72% per gli italiani, merito della campagna vaccinale in corso. Non è un caso, dunque, che a valle dell’annuncio del Ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, in merito al rilascio entro l’estate del Green Certificate a livello europeo si siano registrati i primi picchi di prenotazioni sulla Penisola.

I dati di Italianway, azienda che opera sul mercato italiano degli affitti brevi, indicano che le prenotazioni giornaliere dal 13 aprile hanno registrato un +33%, con picchi il giorno dopo la conferenza stampa. Le spiagge e località turistiche dell’Emilia-Romagna hanno annunciato un’estate da “tutto esaurito”; nelle Marche gli operatori si stanno preparando ad affrontare la ripartenza da giugno, complici una ripresa nelle prenotazioni e la riprogrammazione dei voli su alcune rotte chiave (come l’annuncio di Ryanair di una nuova rotta Ancona-Niederein che aprirebbe la destinazione a ospiti tedeschi e olandesi). Al pari del 2020 i dati migliori li registrano case vacanze e appartamenti e l’Italia resta il centro dell’attenzione per l’83% degli italiani (Confturismo). Nel mondo dei trasporti i vettori low cost si stanno contendendo l’offerta nazionale puntando su prezzi competitivi e nuove rotte: a fine mese Wizz Air inaugurerà il volo Milano Malpensa-Olbia; Volotea ha annunciato di voler raddoppiare i voli offerti tra la Sardegna e le altre regioni nel 2019, arrivando a sfiorare la vendita di oltre 500mila biglietti; anche easyJet punta molto sulla Costa Smeralda con cinque nuove rotte estive.

Guardando oltre confine, l’area del Mediterraneo resta la meta più desiderata dal 72% degli Europei e dal 64% dei viaggiatori internazionali (anche dell’ex unione sovietica secondo i dati di navigazione di Yandex, il motore di ricerca russo). Maggio e giugno sono i mesi più richiesti al momento dai vaccinati, in particolare dagli americani che si preparano alla possibile riapertura delle frontiere con l’Europa a maggio. Il turismo incoming resta comunque, almeno per il momento, un turismo di vicinanza: la maggior parte delle prenotazioni arrivano da svizzeri, tedeschi, austriaci, belgi, olandesi e francesi. In Liguria, per esempio, secondo i dati presentati dal presidente della Federazione Italiana Imprese Balneari, si registrano le prime prenotazioni per maggio da parte di svizzeri e tedeschi. Si tratta però ancora di prenotazioni con politiche di cancellazione flessibili che non consentono di definire chiaramente se si trasformeranno in un incasso effettivo per gli operatori.

Il desiderio di viaggiare si conferma quindi addirittura più importante ora rispetto a prima della pandemia (per il 64% a livello globale e il 72% degli italiani, secondo i dati di Booking.com più importante perfino della ricerca del primo amore o di una promozione sul lavoro). Ma in questo momento più che mai sono fondamentali le misure adottate e annunciate: l’andamento della campagna vaccinale, un alleggerimento delle misure restrittive, la promessa di un certificato per poter viaggiare saranno dunque gli ingredienti fondamentali per ridare impulso al settore, già da questa estate. L’endorsement di Draghi sull’Italia come meta turistica è stato da tutti applaudito come la più decisiva spinta alla ripresa, nelle prossime settimane vedremo se i dati ce lo confermeranno.


Eleonora Lorenzini e Filippo Renga - Direttori dell'Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo

Operi nel Travel e nel Turismo? Scopri le opportunità del digitale per il tuo settore!

Inizia il Percorso

Direttore degli Osservatori Innovazione Digitale nel Turismo e Innovazione Digitale nei Beni e Attività Culturali