Il Mobile sempre più alleato del business

02 April 2020 / Di Marta Valsecchi / 0 Comments

In occasione del Convegno “Il Mobile alleato del business” l’Osservatorio Mobile B2c Strategy ha presentato i risultati della Ricerca 2019, per la prima volta esclusivamente in streaming sul nostro sito. Il Mobile, ancora una volta, si conferma perno delle strategie di relazione tra impresa e consumatori. Un vero e proprio canale di vendita, comunicazione e customer care per grandi, medie e piccole aziende.

Sono ormai circa 34 milioni gli italiani che si collegano a Internet tramite Smartphone o Tablet. Visti i trend di crescita sempre più positivi, il Mobile è diventato il primo mezzo dell’Internet Advertising e si prevede che il Mobile diventerà il primo canale di eCommerce entro il 2021.

Più nello specifico, una strutturata Mobile Strategy può rappresentare la chiave per raggiungere i diversi obiettivi di comunicazione e relazione con un utente: da quelli di posizionamento della marca a quelli che puntano a stimolare l’interesse per un prodotto/servizio, fino ad arrivare a obiettivi specifici di vendita e infine alla loyalty. Un aspetto centrale è altresì la valorizzazione delle peculiarità del Mobile all’interno di approcci omnicanale da parte delle aziende. Tante le dinamiche in atto in Italia in ambito Mobile Advertising, Mobile Messaging, Mobile User Experience e Mobile Retail che confermano il trend.

"Il Mobile alleato del Business"
Numeri e dati chiave del Mobile in Italia

RIVIVI IL CONVEGNO ON-DEMAND

 

L’importanza della User Mobile Experience per il business

L’utente Mobile è molto esigente, cerca velocità, immediatezza e semplicità. Primo fra questi è la User Mobile Experience. I "Mobile Surfer" italiani giudicano la navigabilità di app e siti discreta (6,8/10 per i siti e 7,1/10 per le app) ma i punteggi sono in leggero calo rispetto all’anno scorso. Inoltre, circa metà dei "Mobile Surfer" abbandonano siti o app proprio per problemi di usabilità come: lentezza nel caricamento, difficoltà nel trovare la funzione cercata o chiusura improvvisa dell’app.

Questi risultati sono sufficienti per capire l’importanza della UX non solo per gli utenti, che sono sempre più attenti, esigenti e si aspettano che i brand siano all’altezza delle loro aspettative, ma soprattutto per le imprese, che devono mostrarsi all’altezza della competitività di mercato. Questo richiede competenze adeguate e un approccio al tema continuativo e non una tantum.

Approcci e strumenti alla user experience Mobile - Osservatorio Mobile B2c Strategy

 

Mobile Messaging: gli sms sono ancora attuali nell’era digitale

Tra gli strumenti a disposizione delle imprese per comunicare con gli utenti non spiccano solo le nuove tecnologie, ma anche uno strumento tradizionale come gli sms. Infatti, i volumi di messaggi inviati dalle aziende per scopi promozionali o transazionali sono aumentati del +18% nel 2019, raggiungendo quota 5,1 miliardi e superando il trend degli ultimi anni.

E perché è così importante per le imprese continuare ad utilizzare questo canale? La risposta si basa sul livello di gradimento degli utenti delle comunicazioni ricevute sui propri dispositivi mobili: infatti, solo il 13% degli utenti dichiara di essere infastidito dagli sms provenienti dai brand e li ritengono addirittura il secondo canale preferito in cui ricevere tali comunicazioni. A fianco degli Sms si stanno affacciando però anche nuovi canali, in primis WhatsApp.

Le evoluzioni del Mobile Messaging - Osservatorio Mobile B2c Strategy

 

Il mercato del Mobile Advertising: OTT al centro

Nel 2019 gli investimenti pubblicitari sul Mobile in Italia sono cresciuti del +20%, permettendo al mercato di raggiungere un valore pari a 1,7 miliardi di euro. Questo ha consentito allo Smartphone di diventare lo strumento principale dell’Internet Advertising, dato che corrisponde al 52% degli investimenti totali nel settore.

A questo andamento positivo contribuiscono principalmente gli OTT (Over the Top), Google e Facebook in primis, i quali pesano l’84% dello scenario totale e intraprendono iniziative che contribuiscono fortemente alla crescita. Questa dinamica, che procede ormai da diversi anni, richiede agli altri attori uno sforzo maggiore per differenziarsi, ma anche per loro il 2019 si è rivelato un anno positivo: infatti, grazie ad investimenti significativi, anche fra tali player si è osservata una crescita dei ricavi.

Per quanto riguarda la dinamica dei formati che stanno contribuendo alla crescita del Mobile Advertising, al primo posto emergono i Video, con una crescita del +35% e un peso del 39% sull’intero mercato.

 

Il valore dello Smartphone per il Retail: drive to store ma non solo

Lo Smartphone è un ottimo alleato anche dei touchpoint fisici ed in particolare del punto vendita fisico. Infatti, in ambito Retail stanno aumentando le iniziative orientate al drive to store, ossia a portare gli utenti nei negozi (es. advertising geolocalizzato o iniziative promozionali legate alla dematerializzazione di portafogli, volantini e coupon). Infine, sono emerse interessanti iniziative di utilizzo dello Smartphone dentro i punti vendita o per gli acquisti online.

Per comprendere l’interesse riscosso da tali iniziative fra gli utenti, basti notare che:

  • il 38% dei navigatori Mobile dichiara di aver dematerializzato una o più carte fedeltà;
  • il 55% è interessato a ricevere promozioni, offerte e raccogliere punti fedeltà dallo Smartphone.
  • il 56% utilizza lo Smartphone per fare acquisti online.

"Il Mobile alleato del Business"
Numeri e dati chiave del Mobile in Italia

RIVIVI IL CONVEGNO ON-DEMAND

Direttore degli Osservatori Mobile B2c Strategy e Omnichannel Customer Experience. È ricercatrice presso la School of Management del Politecnico di Milano da 10 anni.