Cos'è un Audiolibro: come ascoltarli e dove si acquistano

23 September 2021 / Di Samuele Fraternali / 0 Comments

L'audiolibro (o audiobook) è la registrazione audio di un libro letto da uno o più speaker oppure da un motore di sintesi vocale. Grazie agli audiolibri sempre più utenti possono ascoltare i propri libri preferiti non solo a casa, con uno speaker o un computer, ma anche on-the-go, tramite smartphone o tablet.

Infatti, proprio come si fa con la musica digitale, i libri registrati in formato audio possono essere acquistati e scaricati su più dispositivi. In questo articolo approfondiamo quindi il mondo dell'audiolibro, descrivendone caratteristiche, funzionamento e i principali trend di mercato.

 

Cosa si intende per Audiolibro

L’audiolibro può essere definito come la registrazione della lettura espressiva e professionale di un libro cartaceo. Il testo registrato, generalmente in formato mp3, può replicare fedelmente la versione integrale di un libro o derivare da una sceneggiatura (originale o non) pensata appositamente per il contenuto. Talvolta è possibile ritrovare all'interno dell'audiolibro anche musiche d'accompagnamento.

Il contenuto audio può essere anche affiancato al contenuto scritto. Si hanno, quindi, i cosiddetti Audio e-Book, da leggere e ascoltare in modo simultaneo. Molte le funzionalità speciali degli audiolibri tra queste la possibilità di ascolto offline e la possibilità di aumentare la velocità di riproduzione per far durare di meno l’ascolto.

 

Differenze tra eBook e Audiolibri

Mentre l’eBook si presenta come la versione digitale del libro cartaceo, l’audiolibro rappresenta un modo completamente diverso di fruire dei testi. L’audio permette una fruizione anche in background, durante lo svolgimento di altre attività, e questo è uno dei motivi per cui il consumatore può essere più propenso a spendere per questo tipo di contenuto.

La produzione di audiolibri, a differenza degli eBook, non è in capo principalmente alle case editrici. Vi sono due ulteriori tipologie di attori da considerare per questi contenuti digitali:

  • le piattaforme che, agendo sempre più da editori, acquisiscono dalle case editrici o direttamente dagli agenti i diritti audio per creare l’audiolibro;
  • gli enti no profit che si occupano di produrre contenuti fuori diritto con l’obiettivo di diffondere e rendere accessibili i testi.

 

A cosa servono gli Audiolibri

L'audiolibro è un prodotto che piace a tutte le generazioni. Il rapporto qualità/prezzo, la qualità dei contenuti offerti e l’ampiezza nell’offerta sono i tre principali fattori alla base di questo successo, sempre più crescente

Grazie alle sue caratteristiche, l'audiolibro può assolvere a diverse funzioni ed essere:

  • un metodo alternativo di fruizione per gli amanti delle opere letterarie: seguire con attenzione un audiolibro può non essere semplice in termini di concentrazione, al contrario però consente all'utente di poter svolgere contemporaneamente altre attività (es. lavori domestici) permettendo così di riuscire a dedicare più tempo alla propria passione;
  • uno strumento integrativo per l'educazione giovanile;
  • un valido aiuto per persone affette da particolari handicap visivi o motori.

L’audiolibro in qualche modo altera la propensione e l’atteggiamento verso la lettura. Tale trend, seppur positivo in termini di avvicinamento dei giovani alla lettura, potrebbe rappresentare, in chiave futura un competitor in grado di cannibalizzare le vendite fisiche dei libri cartacei.

 

Il mercato italiano Digital Audio: in che modo gli italiani ascoltano gli Audiolibri?

Scopri il Report

 

Come e dove ascoltare un audiolibro (gratis o a pagamento)


L'ascolto dell'audiolibro può avvenire sotto forma di streaming su piattaforma o app o tramite download del contenuto. Ad oggi l'ascolto degli audiobook avviene prevalentemente tramite piattaforme, con il modello di vendita dell'abbonamento. Esiste, seppur marginale, anche il modello di vendita online del singolo audiolibro.

In alternativa vi sono anche piattaforme/iniziative digitali che mettono a disposizione gratuitamente il loro catalogo di audiolibri, supportati dagli introiti derivanti dalla vendita di spazi pubblicitari. Ad esempio su Rai Play o alcuni canali You Tube.

Il dispositivo principale per la fruizione di un audiobook è lo smartphone, mentre sono ancora marginali i dispositivi connessi come la Smart TV e lo Smart Speaker, due device sempre più presenti nelle case degli italiani.

Da un punto di vista della distribuzione possiamo distinguere quattro principali canali d'ascolto, associabili a due tipologie di diritti:

  • da un lato gli store digitali (Google Play, Apple Books, Huawei Books), le piattaforme e le biblioteche che, pur con modelli differenti, distribuiscono contenuti coperti dal diritto audio;
  • dall’altro le radio digitali che distribuiscono audiolibri sfruttando il possesso dei diritti radiofonici.

 

Le piattaforme di streaming

Ad oggi il mercato è molto concentrato e in mano a poche grandi piattaforme distributive che, forti della loro posizione, hanno nel corso degli anni assunto anche il ruolo di editori di produzioni originali.

Per i consumatori italiani le due principali piattaforme da cui fruire di audiolibri sono al momento Audible e Storytel, a cui si affiancano piattaforme indipendenti come AudioTeka, Librivivi, LiberLiber e LibriVox.

Audible è una piattaforma dedicata esclusivamente agli audiolibri, creata dal colosso Amazon, il quale nasce non a caso come negozio online di libri. Il catalogo di questa piattaforma è composto da oltre 50.000 audiolibri letti da attori professionisti, fruibili da qualsiasi tipo di dispositivo tramite l'apposita app. Audible, è una piattaforma cosiddetta "all you can listen": tramite un abbonamento mensile è possibile avere accesso a tutto il catalogo di romanzi e opere letterarie in formato audio. 

 

Il mercato degli Audiolibri in Italia

Gli audiolibri stanno attraversando un momento di forte crescita e diffusione grazie allo sviluppo del digitale e agli investimenti delle piattaforme distributive. E i numeri parlano chiaro: secondo i dati di AIE (Associazione Italiana Editori), nel 2020 le vendite di audiolibri in Italia sono cresciute del +94% raggiungendo quota 17,5 milioni di euro.

Per il 2021 è attesa un'ulteriore significativa crescita che potrebbe portare questo mercato a raggiungere i 31 milioni di euro. Secondo l'ultima indagine dell'Osservatorio Digital Content, i consumatori italiani di audiobook spendono mediamente 20 minuti al giorno ascoltandoli, soprattutto presso il proprio domicilio.

Questo mercato in continuo sviluppo rappresenta una fetta importante del più grande settore del Digital Audio. Sono tre le tipologie di attori che compongono la filiera degli audiolibri:

  • le grandi piattaforme distributive e gli store digitali, che acquistano contenuti dagli editori e li distribuiscono al grande pubblico tramite un abbonamento o la possibilità di un acquisto singolo;
  • una serie di piattaforme indipendenti che distribuiscono ai propri utenti, spesso in forma gratuita, contenuti prevalentemente non protetti dal copyright;
  • le case editrici che distribuiscono sui propri store digitali gli audiolibri che hanno prodotto.

 

Vuoi conoscere le opportunità di business nel mercato degli Audiolibri e dei contenuti digitali?

Scopri il Programma

  • Autore

Direttore dell’Osservatorio Digital Content e Senior Advisor dell'Osservatorio eCommerce B2c Netcomm