Mobile Payment & Commerce

Le tipologie di Pagamenti Digitali: dal POS al Mobile Payment

26 giugno 2018 / Di Valeria Portale / Nessun commento

Partiamo dal principio: cosa sono i pagamenti digitali? Contactless, pagamenti NFC, mobile POS, digital wallet... Il mondo dei pagamenti è bello perché vario e, aggiungiamo, sempre più semplice e immediato.


Cosa si intende per pagamento digitale?

Limitativo però considerare pagamento digitale solo le transazioni che avvengono tramite telefono cellulare. I pagamenti con smartphone, come visto quando si è analizzato il mercato del Mobile Payment in Italia e nel mondo, occupano una fetta importante e sempre crescente di questo settore, ma non sono gli unici.

Si definiscono pagamenti digitali quei pagamenti effettuati con strumenti di pagamento elettronici - ossia carte di pagamento, credito telefonico, borsellino elettronico (wallet) - o addebito diretto su conto corrente, per acquisto di beni e servizi.

Doverosa precisazione: non tutte le metodologie di pagamenti veloci e innovativi rientrano a pieno titolo nel novero di "pagamenti digitali". L’Osservatorio Mobile Payment & Commerce, ad esempio, non considera all’interno di questo mercato i pagamenti effettuati tramite Home e Mobile Banking e i pagamenti per acquisto di contenuti digitali.

New Call-to-action

 

Come classificare i pagamenti digitali?

Detto di cosa sono i pagamenti digitali, ecco una classificazione utile per navigare nel mondo payment. Esistono diverse tipologie di pagamenti digitali. Una prima, essenziale distinzione è quella tra Old Digital Payment e New Digital Payment:

  • gli Old Digital Payment sono i pagamenti effettuati con carta presso un POS tradizionale;
  • i New Digital Payment sono i pagamenti più innovativi e possono essere ulteriormente classificabili in base alla situazione di acquisto (a distanza o in prossimità) e per device di attivazione (PC e Tablet, Mobile e carta su POS fisico).

new-digital-payment-1


I New Digital Payment

La nuova generazione di pagamenti digitali è quella più interessante, anche perché vera forza trainante del mercato negli ultimi anni. È all'interno di questa categoria che si inscrive il Mobile Payment ed è attorno a queste innovative modalità di pagamento che si concentrano le maggiori opportunità del settore.

Proviamo a fare ordine, distinguendo in base al dispositivo di attivazione del pagamento (lo schema in alto, in tal senso, ci offre un quadro abbastanza chiaro).

I pagamenti online

Guardando al PC e al Tablet, incontriamo le prime due modalità, entrambe riconducibili a situazioni d'acquisto da remoto:

  • eCommerce, che include gli acquisti online (tramite PC o Tablet appunto) di prodotti e servizi da parte di consumatori, in cui il pagamento è concluso con carta di pagamento o borsellino elettronico (wallet);
  • ePayment, che include invece i pagamenti di ricariche (abbonamenti, credito telefonico, borsellini di gioco, etc.), bollette, tasse e multe attraverso sistemi online pagati con carte di pagamento o borsellino elettronico.

I pagamenti tramite smartphone

Entriamo nella parte core della questione. Dove il device di attivazione è lo smartphone parliamo invece della categoria Mobile Payment & Commerce, che include l’acquisto di prodotti e servizi (esclusi i contenuti digitali) attraverso il telefono cellulare. Sono compresi sia gli acquisti in modalità Remote (a distanza), sia il pagamento in modalità Proximity (in prossimità). La categoria dei pagamenti su smartphone è a sua volta suddivisibile in:

  • Mobile Remote Commerce: include gli acquisti tramite Mobile site o Mobile app di beni e servizi in cui tutto il processo di acquisto avviene attraverso questo canale con addebito su carta di pagamento o borsellino elettronico;
  • Mobile Remote Payment: include i pagamenti di ricariche telefoniche, bollette, bollettini, parcheggi, biglietti del trasporto, noleggi auto, taxi, etc. attraverso il telefono cellulare con addebito su carta di pagamento o credito telefonico o borsellino elettronico;
  • Mobile Proximity Payment: include i pagamenti presso i punti vendita attraverso il cellulare (attraverso tecnologie di prossimità come i qr code, la geo-localizzazione o la tecnologia NFC) con addebito su carta di pagamento o borsellino elettronico o direttamente sul conto corrente;
  • Mobile Proximity Commerce: include i servizi a supporto dell’esperienza di acquisto presso negozi fisici come, per esempio, la possibilità di fruire di coupon e di servizi di loyalty o di servizi di consultazione di informazioni tramite smartphone.

Pagamenti Contactless e Mobile POS

Infine, quando il pagamento viene attivato attraverso carta di pagamento fisica su POS, parliamo delle categorie:

  • Contactless Payment, che include i pagamenti effettuati con carte (di debito, credito o prepagate) dotate di tag RFId in modalità contactless (senza contatto);
  • Mobile POS che include i pagamenti effettuati su soluzioni hardware e software che trasformano il cellulare in uno strumento per accettare pagamenti con carta.

 

New Call-to-action

Valeria Portale

Valeria Portale

Direttore dell'Osservatorio Mobile Payment & Commerce e dell'Osservatorio Blockchain & Distributed Ledger del Politecnico di Milano

Articoli più letti