Fatturazione Elettronica

Fattura Elettronica: costi e benefici per privati e PA

20 novembre 2018 / Di Claudio Rorato / Nessun commento

È opinione abbastanza diffusa che la Fatturazione Elettronica porti in grembo un certo numero di benefici. Le stime dell’Osservatorio Fatturazione Elettronica & eCommerce B2b - che monitora il fenomeno da diversi anni - dicono che il beneficio economico legato alla Fatturazione Elettronica verso la PA, per le imprese, si attesta tra i 5 e I 9 euro per ogni Fattura inviata.

 

Il risparmio derivante della Fatturazione Elettronica

Questo beneficio deriva in parte sia da una maggiore produttività del personale, tramite ad esempio l’eliminazione di attività di stampa e imbustamento e di gestione della relazione con la PA sia da altre voci di risparmio legate in particolar modo all’eliminazione dei costi riconducibili all’impiego di materiali consumabili e ai all'eliminazione dei costi di gestione dell’archivio cartaceo.

Focalizzandosi sui costi legati alla gestione della Fatturazione attiva nel processo tradizionale (cartaceo) ed entrando nel dettaglio della prima dimensione di risparmio (impiego di manodopera) sono state identificate (e prese in considerazione) le seguenti voci:

  • scrittura della Fattura;
  • stampa della Fattura;
  • invio della Fattura al cliente;
  • raccolta informazioni per generare la Fattura;
  • (eventuali) solleciti;
  • predisposizione dell’archivio;
  • archiviazione fisica;
  • probabilità di reinvio della Fattura per mancato recapito;
  • produzione di allegati in Fattura (es rimborsi);
  • dilatazione dei tempi di incasso;
  • ricerche in archivio.

New Call-to-action

Claudio Rorato

Claudio Rorato

Direttore degli Osservatori Fatturazione Elettronica & eCommerce B2b, Digital Insurance e Professionisti e Innovazione Digitale