L’Italia alla scoperta del Fintech in Germania

01 September 2018 / Di Filippo Renga / 0 Comments

Il 16 e il 17 luglio scorsi, l’Osservatorio Fintech & Insurtech ha “intensamente vissuto” una visita “Fintech” al TechQuartier di Francoforte e l’InsurLab di Colonia, rispettivamente i maggiori centri Fintech e Insurtech della Germania, incontrando alcune delle startup più interessanti del panorama Fintech & Insurtech tedesco: Authada, Fincite, Fino, IDA, Insurninja, Kasko, Lefty, Micobo, Pitch Cub, Plug and Play, Smoope e Surfy (nell’edizione del 2017 l’Osservatorio aveva organizzato un confronto a Londra, il maggiore coworking Fintech del mondo).

 

Perchè siamo andati?

Innanzitutto per rafforzare e far crescere la community Fintech & Insurtech Italiana che stiamo contribuendo a far crescere attraverso le ricerche e attività dell’Osservatorio Fintech &Insurtech, tutti i nostri partner e svariate sinergie con tutti gli attori che credono che l’Italia possa esprimere un ruolo rilevante in quest’ambito (Report “Fintech & Digital Finance: quale modello per l’Italia?” - Osservatorio Fintech Insurtech 2018).

Tutto questo perchè siamo coscienti che è una partita che si vince o si perde come sistema paese, perlomeno a livello Europeo. L’innovazione digitale nel mondo finanziario e assicurativo richiede scale internazionali, e l’Italia è già piccola di suo nel panorama mondiale.

Accanto a questo, inoltre, desideravamo conoscere e interagire con alcune delle startup più significative della Germania, confrontaci sulle tematiche più innovative, creare contatti con i migliori talenti tedeschi e condividere i meccanismi di open finance e corporate entrepreneurship più efficaci (Report “Startup Fintech: le opportunità per guidare la trasformazione digitale” - Osservatorio Fintech & Insurtech 2018).

 

Che cosa ci siamo portati a casa?

Molto. Sono stati vari gli spunti di contenuto portati da persone e aziende molto dinamiche, ma i due elementi che più hanno colpito i partecipanti sono andati oltre i contenuti.

In primis, l’approccio tedesco alle startup: in Germania, infatti, il governo Federale ha saputo creare una rete che collega diversi poli di eccellenza sul tema dell’innovazione distribuiti su tutto il territorio tedesco. Nello specifico sono 12 i centri che raccolgono l’innovazione tedesca e sono divisi per tematica. Oltre alla finanza si trovano anche poli dedicati alla logistica (Dortmund e Amburgo), alla sanità (Norimberga e Mannheim) e all’intelligenza artificiale (Karlsruhe). Tutto questo ha spinto TUTTI a riflettere sulla necessità urgente di creare anche in Italia un ecosistema per favorire sempre più la nascita e lo sviluppo di aziende innovative in ambito finanziario e assicurativo.

In secondo luogo, il clima di confronto e collaborazione, anche informale, che si è creato tra i partecipanti italiani alla visita. Da quasi tutti ci siamo sentiti dire che uno degli aspetti più significativi è stato il networking tra i partecipanti alla “spedizione”, ben sintetizzato da questa frase del responsabile innovation di una banca “ottimo clima all'interno del gruppo e buona occasione di networking con i partecipanti (dovrebbero partecipare più banche!)”.

Considerando che era presente una bella fetta della community Fintech Italiana, abituata a trattare questi temi e a confrontarsi. Hanno infatti partecipato “Fintech manager” di Accenture, Banca di Sassari, Cegeka, Deloitte, Euclidea, Intesa Sanpaolo, Kaleyra, PwC, Reply e Supernovae Labs.

In Italia sta nascendo un ecosistema simile Possiamo perciò affermare che anche con questa visita sono germogliati nuovi semi nel panorama Fintech & Insutech Italiano!

Continueremo in questa direzione.


Filippo Renga, Valeria Portale e Giacomo Vella - Osservatorio Fintech & Insurtech

  • Autore

Co-Fondatore degli Osservatori Digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano. È inoltre Direttore degli Osservatori Innovazione Digitale nel Turismo, Fintech & Insurtech e Smart Agrifood.