eCommerce B2c

Il food delivery sperimenta la consegna notturna

10 settembre 2018 / Di Samuele Fraternali / Nessun commento

La logistica distributiva è sempre più un tema fondamentale e un fattore critico di successo per un’iniziativa di eCommerce B2c. Non solo in termini di efficienza, intesa come saturazione delle spedizioni e ottimizzazione dei trasporti, ma anche in termini di efficacia, quindi qualità del servizio offerto al consumatore finale. Senza dubbio siamo davanti a un elemento di differenziazione competitiva, uno strumento per migliorare la customer experience dei web shopper, con conseguenti ritorni sulle vendite e sulla fedeltà.

 

La logistica eCommerce che evolve

Negli ultimi anni abbiamo assistito a numerose e variegate iniziative di logistica distributiva in ambito eCommerce B2c, promosse e attuate dai merchant più visionari e offerte dagli operatori logistici più all’avanguardia. Alcune di queste si sono rivelate potenti, in grado di soddisfare reali esigenze dei consumatori e di migliorare significativamente il processo d’acquisto online. Altre invece hanno trovato al momento poco terreno fertile dimostrandosi più che altro utili in chiave di brand communication.

Stiamo parlando, nel primo caso, di iniziative come la consegna on demand e la consegna in punti di ritiro sparsi sul territorio, capaci di trasferire al consumatore il controllo del processo di ritiro, o la fast delivery, in grado di soddisfare l’urgenza del cliente. Nel secondo caso, invece, è possibile citare la consegna con droni o con mezzi a guida autonoma e la consegna geolocalizzata (ad esempio nel baule dell’auto), forse al momento troppo futuristici e lontani dai reali bisogni dei consumatori.

 

Il late delivery di Deliveroo a Milano

Al lungo elenco si aggiunge adesso un altro servizio, lanciato di recente anche in Italia. Si tratta del cosiddetto late delivery, ossia della consegna in fasce orarie notturne. A offrirlo sul mercato è stato Deliveroo, noto player internazionale del food delivery, che a Milano, con la collaborazione di alcuni ristoranti, ha prolungato il servizio di consegna fino alle 3.00 del mattino nei giorni feriali e alle 5.00 del mattino nei giorni festivi. Il consumatore potrà quindi soddisfare il proprio appetito anche di notte, approfittando di una rete distributiva alternativa, caratterizzata da minor traffico ma da maggiori costi del personale.

Tralasciando gli aspetti sindacali e di diritto del lavoro, l’aspetto interessante sarà capire se il servizio riscontrerà una significativa domanda da parte dei consumatori, incidendo in maniera importante sul fatturato e giustificandone la sostenibilità economica. O se invece si rivelerà più che altro una mossa di marketing e comunicazione, volta ad attirare l’attenzione al brand.

New Call-to-action

Samuele Fraternali

Samuele Fraternali

Direttore dell’Osservatorio Gioco Online e Senior Advisor dell'Osservatorio eCommerce B2c

Articoli più letti