eCommerce B2b

eSupply Chain Execution: come digitalizzare il ciclo dell'ordine

12 dicembre 2018 / Di Camillo Loro / Nessun commento

Con il termine eSupply Chain Execution si intende qualsiasi soluzione tecnologica che supporti una o più fasi del ciclo transazionale. Questo macro-ambito di eCommerce B2b ;riguarda i processi operativi, tipicamente il Ciclo Ordine-Consegna-Fatturazione (che comprende le fasi logistiche, commerciali, amministrative e contabili), e ha l’obiettivo di automatizzare e integrare tali fasi.

 

Gli strumenti di eSupply Chain Execution

Qualche numero. Nel 2017 sono oltre 130.000 le imprese che hanno digitalizzato il ciclo dell’ordine, adottando strumenti di eSupply Chain Execution.

Le imprese che hanno attivato una soluzione digitale a supporto del ciclo dell’ordine sono passate da 60.000 a 130.000, con una crescita media tendenziale annua del 17% e un incremento dell’8% rispetto al 2016. Un trend caratterizzato quindi da una crescita lenta ma costante. Queste aziende, all’interno degli ecosistemi in cui sono inserite, scambiano i principali documenti del ciclo dell’ordine in formato strutturato o semi-strutturato attraverso due strumenti principali: EDI o Extranet.

EDI (Electronic Data Interchange)

Si tratta di soluzioni basate sull’interscambio di dati in formato elettronico. Tali strumenti permettono alle aziende di si trasferire flussi dati e documenti (per esempio ordini, fatture, dati di domanda, disegni di progetto) senza o quasi alcun intervento di un operatore “umano”. L’utilizzo dell’EDI resta però limitato ai settori in cui c’è uno standard di filiera riconosciuto e consolidato. Sono 13.000 le imprese italiane che utilizzano tali sistemi ;nelle loro interazioni B2b, per un totale di circa 165 milioni di documenti scambiati, di cui quasi un terzo sono fatture.

Extranet

Le soluzioni Extranet consistono in applicativi software tipicamente fruibili mediante online volti alla condivisione di dati, informazioni e documenti tra un'impresa e i suoi possibili partner commerciali. Ad oggi sono circa 470 le Extranet censite che supportano le relazioni con clienti e fornitori, connettendo 130.000 imprese. Un'interessante percentuale delle Extranet viene utilizzato anche per gli scambi commerciali con l’estero.

 

La Digitalizzazione nei processi di Trasporto

Tra i processi operativi propri dell'eSupply Chain Execution, rientrano anche le innovazioni digitali in ambito dei documenti di Trasporto.

Sono diversi i percorsi di “adozione” da parte delle organizzazioni in Italia, stimolate anche dalla semplificazione normativa e l'effettiva convenienza di un tale approccio.

Da un lato, infatti, assistiamo alla nascita di iniziative di filiera a supporto della Digitalizzazione dei processi di trasporto: è questa la nuova “frontiera” del digitale in contesti già molto attivi sul fronte dell’integrazione nelle relazioni B2b. Vere e proprie piattaforme di logistica collaborativa stanno prendendo piede nella filiera degli Elettrodomestici e Elettronica di Consumo e nella filiera del Farmaceutico, con l’obiettivo di gestire e presidiare l’intero processo logistico, dalla prenotazione degli slot di carico/scarico alla consegna della merce, monitorando e tracciando le attività e i principali KPI legati alle spedizioni.

Vai al Webinar

Camillo Loro

Camillo Loro

Laureato in Economia e Management delle Pubbliche Amministrazioni presso l’Università Commerciale Luigi Bocconi, durante gli studi ha preso parte a progetti di Digitalizzazione della PA presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dipartimento della Funzione Pubblica). Negli Osservatori Digital Innovation dal 2015, si occupa di Fatturazione Elettronica e di eCommerce B2b. Proprio sui temi dell’eCommerce B2b è, attualmente, Ph.D. Candidate al Politecnico di Milano.

Tema:  eCommerce B2b