eCommerce B2b

e-Supply Chain Collaboration: applicazioni e benefici

29 novembre 2018 / Di Camillo Loro / Nessun commento

Con e-Supply Chain Collaboration si intendono tutte quelle attività di natura collaborativa tra cliente e fornitore assistite da tecnologie digitali. È in quest’ambito che vanno inquadrate le soluzioni di eCommerce B2b che supportano i processi collaborativi.

 

Supply Chain e processi collaborativi: 4 ambiti di applicazione

Gli strumenti digitali a supporto dei processi collaborativi B2b possono riguardare diversi livelli. Sostanzialmente, gli ambiti applicativi di maggior rilievo sono quattro:

  1. Monitoraggio e controllo della Supply Chain - Dalla condivisione delle informazioni (dati di vendita, disponibilità di capacità produttiva) e delle principali metriche di valutazione delle prestazioni alla segnalazione di “eventi” critici per la gestione della Supply Chain (per esempio l’esaurimento a scorta di un certo prodotto).
  2. Pianificazione – Dalla condivisione della previsione della domanda, alla gestione delle promozioni, alla gestione delle scorte, in modo da ridurre le scorte in magazzino e mantenere al contempo un alto grado di servizio.
  3. Sviluppo e introduzione di nuovi prodotti – Dalla condivisione dei principali documenti tecnici alla gestione del workflow di progetto.
  4. Comunicazione e Marketing – Dalla condivisione delle principali informazioni (dati sui prodotti e sui prezzi, piani di phase-in e phase-out) alla gestione di processi di relazione con il cliente (per esempio, sviluppo di un’offerta customizzata, gestione di una richiesta di informazioni e assistenza tecnica).

 

Creare valore con l'e-Supply Chain Collaboration

Ma quali sono i benefici dell’utilizzo di e-Supply Chain Collaboration? Al crescere della collaborazione, i benefici non riguardano solamente la riduzione dei costi operativi. Le principali modalità con cui i modelli di e-Supply Chain Collaboration possono creare valore sono riconducibili a quattro macro-aree di impatto.

Riduzione del Capitale Circolante

Legata alla riduzione del livello medio delle scorte distribuite lungo la Supply Chain, grazie a una migliore accuratezza delle previsioni (abilitata dalla condivisione di informazioni) e alla riduzione della durata media del ciclo commerciale (grazie, per esempio, alla contrazione dei tempi del Ciclo Ordine-Consegna).

Riduzione (o miglior utilizzo) del Capitale Fisso

Incrementando la visibilità lungo l’intera catena di fornitura, si riduce la variabilità e conseguentemente migliora la pianificazione, diminuendo i costi fissi del sistema produttivo e distributivo.

Incremento di Efficienza e Riduzione dei costi operativi

Sia a livello “di processo”, grazie all’automazione di attività a scarso valore (riallocando personale su attività a maggior valore, per sé e per l’organizzazione) ma anche – e soprattutto – alla riduzione dei costi di gestione delle non conformità, sia a livello di impiego di risorse e materiali consumabili.

Incremento di Efficacia e Livello di servizio

La pianificazione condivisa e lo scambio tempestivo di informazioni e documenti e la riduzione degli errori nel Ciclo Ordine-Pagamento permettono di ridurre i tempi di ciclo e il tempo medio di consegna, portando un incremento nella qualità percepita dal cliente.

Scarica il Report

Camillo Loro

Camillo Loro

Laureato in Economia e Management delle Pubbliche Amministrazioni presso l’Università Commerciale Luigi Bocconi, durante gli studi ha preso parte a progetti di Digitalizzazione della PA presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri (Dipartimento della Funzione Pubblica). Negli Osservatori Digital Innovation dal 2015, si occupa di Fatturazione Elettronica e di eCommerce B2b. Proprio sui temi dell’eCommerce B2b è, attualmente, Ph.D. Candidate al Politecnico di Milano.

Tema:  eCommerce B2b