TUTTI GLI ARTICOLI  >  Space Economy

Che cos’è la Space Economy e perché è un trend che interessa tutti!

26 giugno 2020 / Di Angelo Cavallo / Nessun commento

Oggi sentiamo parlare sempre più spesso di Space Economy, un grazie in questo senso va alla straordinaria azione visionaria e futuristica di Elon Musk che sta catturando anche gli animi più scettici rispetto alle potenzialità che lo spazio offrirà nel futuro. In pochi si immaginano però come la Space Economy sia qualcosa che può concretamente offrire risposte valide alle esigenze e alle problematiche più complesse che le imprese (e non più solo governi) operanti in svariati settori stanno in questo momento già approcciando.

Per l’Osservatorio Space Economy del Politecnico di Milano questo fenomeno di frontiera si concretizza nella combinazione di tecnologie spaziali e digitali utili a sviluppare opportunità tecnologiche e di business impattanti in diversi settori portando alla generazione di una nuova catena del valore cross-settoriale e cross-tecnologica.

 

Quanto vale la Space Economy e quali opportunità offre alle aziende

Le tecnologie dello spazio, opportunamente combinate con le più avanzate tecnologie digitali abilitanti, rappresentano il trend tecnologico e di business che caratterizzerà la possibilità per molte imprese, in svariati settori, di accrescere la propria competitività su scala globale attraverso l’innovazione a tutti i livelli – dal prodotto/servizio, ai processi, sino al modello di business complessivo.

Stando al The Global Space Economy Report 2018, Bryce Space and Technology, il valore economico generato dall’uso combinato di tecnologie dello spazio e digitali è stimato per circa 360 miliardi di dollari nel 2018.

Quello appena descritto è un fenomeno concreto già in atto, basti pensare a diversi player dell’energia che hanno cominciato a sperimentare applicazioni spaziali per il monitoraggio delle reti e dei siti in luoghi di difficile accesso per l’uomo.

 

Alcuni esempi concreti di Space Economy

Nel settore assicurativo la precisione dei dati satellitari è di estremo supporto al fine di redigere polizze sempre più customizzate ed effettuare perizie da remoto attraverso le immagini satellitari, con un potenziale cost-saving sui premi versati dai clienti finali.

L’Asset Tracking nei trasporti, ossia il monitoraggio costante e puntuale di flussi di merci tra luoghi diversi, è sempre più abilitato da tecnologie di localizzazione spaziale. Infine, un mercato importante è rappresentato dall’Agrifood laddove, viste le ampie aree da controllare, il monitoraggio dei campi e del raccolto e l’efficientamento dell’agricoltura di precisione.

L’ecosistema di attori della Space Economy include:

  • aziende della Space Industry, impegnate nelle attività di ricerca, sviluppo e realizzazione delle infrastrutture spaziali abilitanti (“upstream”);
  • aziende dell’offerta di soluzioni e servizi digitali (e.g. IT provider, system integrator, società di consulenza) e centri di ricerca specializzati che si occupano ricerca, sviluppo e implementazione delle più avanzate tecnologie digitali (“downstream”);
  • aziende della domanda, interessate a nuove applicazioni d’uso e servizi derivanti dall’utilizzo combinato di tecnologie spaziali e digitali (“end-user”);
  • policy maker, enti e istituzioni nazionali ed internazionali che governano e regolamentano l’ambito della Space Economy.

 

Economia dello Spazio: una rivoluzione da non ignorare

Siamo difronte a una rivoluzione analoga a quella di internet e del digitale di vent’anni fa. E non ci sono aziende che possono permettersi di ignorare questa rivoluzione. Vent’anni fa si parlava con scetticismo della “new economy” o di “digital economy”, oggi di internet e del digitale non possiamo farne a meno. Le imprese che stanno intercettando e che sfrutteranno con tempismo le opportunità di business offerte dalla combinazione di tecnologia digitale e spaziale avranno un importante vantaggio competitivo negli anni avvenire.

Investire in innovazione e sfruttare i trend tecnologici più promettenti diventa ancor più rilevante in tempi di crisi straordinaria come quella odierna. Le istituzioni europee e nazionali hanno mostrato sensibilità notevole rispetto alle potenzialità della Space Economy (l’UE attraverso la discussione della messa a budget di quasi 16 miliardi per il periodo 2021-2027 e l’Italia attraverso il piano strategico nazionale da 4,7 miliardi). Tuttavia, il rischio che in un momento di forte crisi si perda focus ed attenzione su questi temi esiste e va combattuto, diffondendo cultura e sensibilizzando il sistema paese a tutti i livelli, dalle imprese alle istituzioni.

 

L’Osservatorio Space Economy

L’Osservatorio Space Economy si propone come punto di riferimento permanente a livello nazionale nello studio delle opportunità tecnologiche e dei relativi impatti di business della Space Economy, con l'obiettivo di accelerare processi di innovazione cross-settoriali combinando le più avanzate tecnologie spaziali e digitali per generare un ampio portafoglio di servizi.

Le opportunità tecnologiche e di business generate potranno contribuire alla creazione di valore tangibile e intangibile, attraverso nuove forme e fonti di ricavo, efficienza operativa e nascita di progettualità con impatti positivi multidimensionali su individuo, industrie, società e ambiente.


Angelo Cavallo, Antonio Ghezzi, Alessandro Paravano - Osservatorio Space Economy

L'Osservatorio Space Economy per studiare la combinazione tra tecnologie spaziali e digitali

SCOPRI L'OSSERVATORIO

Angelo Cavallo

Angelo Cavallo

Direttore dell'Osservatorio Space Economy

Angelo Cavallo

Latest posts by Angelo Cavallo

Tema:  Space Economy

Potrebbe interessarti