TUTTI GLI ARTICOLI  >  Innovazione Digitale nel Turismo

Coronavirus e Viaggi: sfide e cambiamenti per il settore Travel

06 maggio 2020 / Di Eleonora Lorenzini / Nessun commento

L’impatto di questa pandemia sui Viaggi è significativo. C’è molta preoccupazione nel breve, ma si temono importanti risvolti e cambiamenti che si protrarranno anche e soprattutto nel lungo periodo. È probabile che, quando i viaggiatori torneranno a spostarsi, le loro esigenze e aspettative saranno differenti, gli spostamenti saranno più difficoltosi, le aziende saranno profondamente cambiate e così le relazioni di filiera.

 

Coronovirus e Viaggi: le domande da porsi per il breve e medio-lungo periodo

C’è chi prova ad avanzare previsioni a lungo raggio, più o meno ottimistiche, ma quasi tutti in questo momento navigano a vista. Ciò su cui l’accordo è unanime sono le priorità e le sfide che il settore dovrà affrontare. Le riportiamo come sono emerse in queste settimane di costante ascolto e confronto con decine di attori della filiera, evidenziando per ciascuna le domande chiave su cui è cruciale iniziare ad avviare riflessioni e raccogliere stimoli e analisi per darsi alcune risposte.

È innanzitutto utile separare i temi a seconda che facciano riferimento alla gestione del periodo transitorio, durante il quale avremo ancora dei vincoli sugli spostamenti, oppure al post-emergenza, quando torneremo a viaggiare liberamente. Ad alcune di queste domande cercheremo di rispondere progressivamente con nostre misure e lavorando con la nostra community.

L'innovazione Digitale a supporto di cittadini e imprese per fronteggiare l'emergenza Covid-19

SCOPRI I NOSTRI CONTENUTI GRATUITI

Nella fase di gestione dell’emergenza, i fattori da monitorare costantemente sono:

  • Durata dell’emergenza. Quando potrà dichiararsi finito lo stato di emergenza? Il ritorno alla “normalità” avverrà per tutti nello stesso momento?
  • Prime riaperture. Quali modalità di servizio adotteranno le prime attività che potranno ripartire? Quali standard dovranno garantire?
  • Evoluzione e impatto dei fattori sanitari (vaccino, patente di indennità, …). Quali requisiti dovranno essere comprovati per poter viaggiare?
  • Nuove esigenze, comportamenti, percezioni e paure del cliente. I viaggi di breve tratta avranno più slancio? Come si sposteranno i viaggiatori? Solo con alcuni mezzi e mantenendo una certa distanza? Quali standard di igiene e sicurezza richiederanno? Quali stili e contenuti di comunicazione e comportamento sono più efficaci per rassicurare e fidelizzare clienti e prospect? Ad esempio, gli hotel dovranno prevedere disinfezioni?
  • Accesso alla liquidità. Come garantire la liquidità ai diversi attori della filiera? Quali soluzioni e incentivi potranno traghettare verso la ripartenza?

Passando al medio-lungo periodo, è possibile ipotizzare che avverranno diversi cambiamenti strutturali nelle esigenze dei viaggiatori e nelle aziende stesse, in particolare:

  • Comportamenti di viaggiatori e turisti. Si tornerà a viaggiare come prima? Cambieranno i momenti in cui verranno fatte le vacanze? Con quanto anticipo si prenoterà? Cambieranno in modo strutturale le preferenze rispetto a destinazioni e tipo di servizio ricercati? Le assicurazioni saranno componenti essenziali?
  • Cambiamenti organizzativi (smart working, processi etc.). Come dovranno essere rivisti i processi e le attività per garantire sicurezza ai lavoratori? Quanto si farà ancora ricorso al telelavoro? Quali nuove competenze saranno necessarie?
  • Evoluzione dell’ecosistema. Quali attori sopravvivranno? Quali saranno le evoluzioni relazionali lungo la supply chain? Bisognerà ripensare ai modelli distributivi?
  • Normative istituzionali e regole di categoria(assicurazioni, fondi di garanzia, diritti del consumatore etc.). Le regole del gioco rimarranno le stesse o è necessario un ripensamento? Si svilupperanno nuove alleanze per la difesa di interessi di categoria (ad esempio per la difesa delle azioni legali da parte del consumatore)? Come cambieranno le coperture assicurative (ed esempio per una migliore copertura della business interruption)?

Un’attenta analisi di questi fattori costituisce un’attività fondamentale non solo per arrivare preparati al momento della ripartenza ma anche per rimuovere vincoli e cogliere opportunità per un ripensamento e un’innovazione di processi e servizi.

Operi nel Travel e nel Turismo? Scopri le opportunità del digitale per il tuo settore!

INIZIA IL PERCORSO

Eleonora Lorenzini

Eleonora Lorenzini

Direttore degli Osservatori Innovazione Digitale nel Turismo e Innovazione Digitale nei Beni e Attività Culturali