EdTech, scopri gli ultimi dati chiave dell'Osservatorio

Scarica il report gratuito

eLearning e tecnologia a servizio dell'apprendimento

Sempre più di frequente si sente parlare di e-Learning (Electronic Learning), ovvero dell’esperienze di apprendimento a distanza. La sua attuazione avviene attraverso soluzioni che consentono di accedere a piattaforme di tutto il mondo tramite Pc, Tablet e persino Smartphone, 24 ore su 24.

Il concetto di e-Learning nasce in realtà già nell’Ottocento, grazie ad alcune università anglosassoni che prevedevano corsi accademici mediante formazione a distanza. Tuttavia, si è consolidato nella quotidianità dei percorsi educativi solo a partire dall’emergenza sanitaria, attraverso l’adozione della didattica a distanza (DAD) e dello Smart Working.

La pandemia ha aumentato la consapevolezza dell’importanza dell’utilizzo della tecnologia a supporto della formazione. Allo stesso tempo si è evoluto il processo della domanda e dell’offerta di prodotti legati all’e-Learning.

La spinta “forzata” dell’utilizzo della tecnologia, la crescente disponibilità e accessibilità di prodotti e servizi, il miglioramento delle piattaforme, lo sviluppo di tecnologie emergenti (come la realtà aumentata/virtuale/mixed, l’intelligenza artificiale, ecc.) e l’introduzione di nuovi protagonisti (Startup, tech-companies, agenzie di consulenza, privati interessati a investimenti, ecc.) hanno implementato fortemente il mercato dell’e-Learning. Per capire quanto oggi sia rilevante nel mondo basta osservare i numeri: nel 2020 i soggetti operanti nel settore educativo hanno investito 227 miliardi di dollari in prodotti e servizi tecnologici per la formazione, con una previsione di crescita del 12% per i prossimi 5 anni.

Secondo l’Osservatorio EdTech del Politecnico di Milano il fenomeno dell’apprendimento online e, più in generale, i servizi e le tecnologie a supporto dell’intero processo educativo di scuole, università e imprese si concretizzano nell’Educational Technology. In questa guida scopriremo cosa significa e Learning, quali sono i relativi benefici e le caratteristiche, il valore dell’Educational Technology e chi sono i principali protagonisti di questo nuovo processo educativo.

Che cos’è l’eLearning: significato e utilizzo

Per e-Learning si è soliti intendere qualsiasi forma di apprendimento a distanza realizzata attraverso l’utilizzo della tecnologia e della rete per la formazione in diretta e la consultazione di contenuti, il monitoraggio delle conoscenze e delle competenze acquisite e la comunicazione tra gli utenti (quali discenti e docenti).

I principali beneficiari dell'eLearning

Le modalità di apprendimento a distanza, o e-Learning, sono strumenti di beneficio per tre principali categorie:

  1. Scuole e Università: Per consultazione di contenuti (come videolezioni, testi, video e materiali didattici), monitoraggio delle performance, comunicazioni tra i soggetti e aggiornamenti;
  2. Imprese: per permettere ai lavoratori di sviluppare competenze nel proprio ambito (upskilling), o di acquisirne completamente di nuove (reskilling) in caso di necessità aziendali;
  3. Singoli Individui: similmente ai dipendenti, anche loro possono investire nella propria formazione continua (upskilling) o riposizionarsi sul mercato con diversa specializzazione (reskilling).

Il Blended Learning, ovvero l'apprendimento ibrido

Considerati questi presupposti, possiamo dire che è possibile realizzare una vera educazione virtuale attraverso l’e-Learning. Per questo motivo la formazione a distanza può sostituire o affiancare quella in presenza.

Entra in gioco l’apprendimento ibrido, o blended learning, ovvero un piano basato sia su lezioni frontali che su lezioni effettuate da remoto mediante l’ausilio di device.

blended-learning-come-funziona

L’Educational Technology a supporto del processo educativo

Che sia in ottica di un apprendimento completamente online, di lezioni frontali oppure di blended learning, la formazione necessita sempre più dell’ausilio di tecnologie, dai videoproiettori, alle lavagne interattive, ai laboratori di coding e di robotica, fino ai software e ai dispositivi per la didattica a distanza. In tutti questi casi si può parlare di Educational Technology.

edtech1

L’Educational Technology, o EdTech, può essere definita come l’insieme delle soluzioni a supporto del processo educativo, volto a massimizzare la qualità dell’esperienza di apprendimento e abilitato da tecnologie hardware e software che ne mediano e ne innovano il canale di trasmissione, la modalità di creazione e organizzazione dei contenuti, l’interazione docente-discente, discente-discente e docente-docente, il design dell’ambiente di apprendimento e la modalità di valutazione, a tutti i livelli educativi.

Sebbene l’emergenza legata al Covid-19 abbia implementato l’utilizzo della didattica a distanza e, in generale, della tecnologia a favore della formazione, si parla di EdTech per la prima volta già negli anni ’50. È in particolare negli Stati Uniti che nascono le prime riflessioni sulla relazione tra gli aspetti pedagogici-educativi e la tecnologia. Un ulteriore passo viene fatto tra gli anni ’70 e ’80, quando l’Educational Technology inizia a essere considerata come un processo che coinvolge persone, procedure, idee e tecnologia in tutte le fasi di apprendimento.

Negli anni ’90 si assiste a un’ulteriore evoluzione, in quanto si implementano tecnologie relative al design, allo sviluppo, all’utilizzo, alla gestione e alla valutazione del processo educativo. In seguito, viene dato rilievo anche agli hardware e ai software, che supportano la comunicazione e lo sviluppo di nuove conoscenze e abilità dell’individuo.

Le soluzioni EdTech portano importanti cambiamenti e ripensamenti del processo formativo. Le vecchie metodologie di insegnamento sono ripensate nell’ottica di cogliere nuove opportunità offerte dalle soluzioni tecnologiche: i contenuti da analogici diventano digitali (come video pillole, app e programmi interattivi, e-book, contenuti multimediali, ecc.) e gli strumenti vengono ideati per un apprendimento interattivo e flessibile (è il caso di Pc, Smartphone, lavagne interattive e in generale a strumenti didattici sempre più all’avanguardia).

Le caratteristiche dell’eLearning

Quali sono le caratteristiche dell'e-Learning? Entrando nel dettaglio della fruizione dell’apprendimento a distanza da parte degli utenti, i percorsi formativi possono essere offerti in due modalità:

online-streaming

#1 Modalità eLearning in Streaming

Al discente si propongono contenuti formativi in diretta. Questa forma è particolarmente indicata per videolezioni, videoconferenze, webinar, workshop e per tutto ciò che impone la presenza sincrona di docente e discente, al fine di favorire attività, domande e interventi. Si ha, dunque, una flessibilità in termini di spazio, dato che è possibile seguire le lezioni da qualsiasi luogo.

on-demand

#2 Modalità eLearning On Demand

Al discente sono proposti contenuti registrati, come video e podcast, oppure test e attività da svolgere mediante applicazioni per Pc e Smartphone su una piattaforma e-Learning. In ogni caso, si tratta di una formazione asincrona, in cui prevale la flessibilità temporale. Gli utenti possono organizzarsi autonomamente e definire i propri tempi, oltre che gli spazi, di consumo dei contenuti.

Fare eLearning, le piattaforme per l'apprendimento a distanza

La fruizione in Streaming e On Demand dei contenuti, insieme alla possibilità interagire con i vari soggetti e alla gestione degli aspetti didattici, necessitano di tecnologie EdTech adeguate. Occorrono applicazioni per Pc e Smartphone per supportare una vasta gamma di programmi, come quelli individuati dall'Osservatorio EdTech del Politecnico di Milano e riportati qui di seguito:

LMS (Learning Management System)

Piattaforma applicativa creata a supporto di studenti, insegnanti e aziende. Permette l’erogazione dei corsi in modalità e Learning e garantisce le finalità del progetto educativo attraverso la gestione e il monitoraggio delle attività.

Learning apps and gaming (gamification)

App di apprendimento caratterizzata dall’uso di giochi o videogiochi. A volte possono nascere come strumenti di intrattenimento, successivamente, con l’ausilio di eventuali modifiche, vengono utilizzati per raggiungere obiettivi educativi.

MOOC (Massive Online Open Courses)

Il MOOC (Massive Online Open Course) è un corso online tenuto in modalità e-Learning ad accesso gratuito volto alla partecipazione illimitata degli utenti, a prescindere dall’occupazione o dal percorso formativo.

Piattaforma digital custom

Portale e-Learning ideato a supporto dell'apprendimento a distanza, disegnato e modulabile sulle specifiche esigenze dell'impresa/organizzazione.

Piattaforme eLearning disponibili online

Queste piattaforme sono dei portali dedicati all'e-Learning con contenuti standard messi a disposizione degli utenti.

Quali sono le diverse piattaforme elearning? Scoprilo subito!

Tecnologie a supporto dell'eLearning

Oltre a software e applicazioni, l’EdTech comprende soluzioni più avanzate, quali realtà virtuale, realtà aumentata, intelligenza artificiale, machine learning, blockchain, tecnologie e strumenti data driven. Queste tecnologie migliorano la qualità della didattica e la fruizione dei contenuti, che diventano sempre più interattivi e pensati ad hoc per l’utente finale. Tramite realtà virtuale vengono create dashboard interattive, che mostrano, per esempio, come il discente sta interagendo rispetto alla media.

Attraverso la realtà aumentata, invece, è possibile offrire nuove esperienze di apprendimento, quali tour virtuali o simulazioni di luoghi di cui è importante visualizzarne l’ambiente. In ambito scientifico, in particolare, vengono impiegati modelli 3D interattivi, come quelli per lo studio dell’anatomia umana o della struttura di molecole. Questi strumenti permettono agli studenti di apprendere nozioni tramite una tecnica meno mnemonica e più interagente con la materia di studio.

Nuove abitudini: le tendenze dell’eLearning

L’evoluzione dei programmi e le nuove abitudini dei consumatori favoriscono la nascita di tendenze e metodi sempre più innovativi nell’ambito della formazione. Un esempio pratico è rappresentato dal Mobile Learning, o M-Learning, ossia l’apprendimento tramite dispositivi mobili. Lo Smartphone viene utilizzato sempre più dagli italiani per accedere a Internet. Ne consegue che l’apprendimento da remoto tramite questi device è in grado di penetrare nella quotidianità di chi apprende e mantenerne vivo l’interesse e l’impegno.

Il Mobile Learning a sua volta favorisce un’altra tendenza, quella del micro Learning, in cui la formazione viene somministrata in forma di contenuti di breve durata pensati per essere consultati giornalmente (banalmente nel tragitto casa-lavoro). Un ulteriore trend è quello del gamification, attraverso il quale si unisce la modalità di gioco al l’apprendimento, al fine di renderlo più interattivo e divertente.

REPORT

Il mercato dell'EdTech: l'analisi della domanda e dell'offerta in Italia e delle Startup internazionali

Scopri il Report
report-standard

VIDEO

La maturità delle università italiano nell'ambito dell'Educational Technology

Vai al Video
video-standard

L’utente al centro: mezzi e usabilità dell'eLearning

L’EdTech è sempre alla ricerca di soluzioni che possano migliorare l’esperienza dello studente, del lavoratore e del singolo individuo, ad esempio mediante piattaforme digital custom, oppure implementando le tecniche di misurazione del livello di apprendimento. I discenti sono, quindi, al centro dell’Educational Technology, ancor più dei programmi, dei contenuti e dei servizi.

In questo contesto l’usabilità dei mezzi gioca un ruolo fondamentale, per tale motivo i programmi devono essere il più possibile user oriented. L’UI (User Interface), ovvero l’interfaccia dell’utente con l’aspetto grafico del software, e la UX (User Experience), ossia l’esperienza che si ha con la piattaforma, non sono certo di secondaria importanza. Trovare e accedere con facilità ai contenuti permette all’utente di formarsi con più autonomia. Che si tratti di comunicazioni online, programmi o app, una fruizione dei contenuti user friendly contribuirà a migliorare la qualità dell’offerta formativa.

L’efficace usabilità è una caratteristica di rilievo per le aziende, tanto da renderle più propense a investire e utilizzare soluzioni di EdTech. Un fattore a supporto del processo di digitalizzazione formativa delle imprese è sicuramente la presenza di un team specializzato dedicato all’apprendimento online, che possa intervenire su accortezze tecniche in caso di problematiche. Infine, una chatbot di assistenza permette di aiutare individualmente gli utenti durante l’utilizzo dei programmi.

Perché scegliere l’eLearning: i benefici e le opportunità

Viste le modalità e i mezzi dell’apprendimento a distanza, possiamo affermare che l’eLerning sia in grado di produrre vantaggi ed effetti concreti. Questi ultimi, come riportato di seguito, sono riassumibili in quattro benefici chiave:

Flessibilità

Come abbiamo visto, i contenuti formativi possono essere consultati Streaming oppure On Demand. È indubbio che ciò faciliti l’apprendimento per gli utenti che hanno bisogno di una maggiore flessibilità sia in termini di spazio che di tempo. Grazie all’apprendimento online è possibile seguire le lezioni da casa, dall’ufficio o da qualsiasi altro luogo. Nel caso in cui i contenuti siano forniti su piattaforme On Demand, la flessibilità temporale gioca un ruolo fondamentale per chi ha necessità di organizzarsi in relazione ai propri impegni quotidiani (un singolo individuo potrebbe, ad esempio, prediligere la sera per il reskilling).

Riduzione dei Costi

I provider offrono contenuti formativi in maniera efficace ed efficiente, riducendo i costi legati all’utilizzo di infrastrutture, agli spostamenti individuali e al coinvolgimento di lunga durata degli insegnanti, i quali, talvolta, sono sostituiti dalle tecnologie. Per quanto riguarda gli utenti, molti contenuti (come i MOOC) sono fruibili gratuitamente. I discenti possono accedere a questi tramite strumenti di cui già dispongono, o acquistabili a prezzi sempre più accessibili. Inoltre, in Italia il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) ha stanziato 235,6 miliardi per colmare il divario tecnologico per la popolazione, fornendo un importante contributo per l’e Learning.

Innovatività

L’utilizzo di soluzioni tecnologiche quali programmi, app e altre soluzioni più all’avanguardia permettono ai provider di offrire servizi innovativi, interattivi e maggiormente stimolanti, scardinando alcuni metodi dell’insegnamento “analogico”. Allo stesso tempo, i dati generati dall’utilizzo di soluzioni EdTech non servono solo a monitorare il discente, ma offrono anche grandi opportunità anche per gli strumenti stessi: potendo comprendere gli aspetti funzionanti e quelli meno è possibile migliorare e implementare le tecnologie, incrociando queste soluzioni con le esigenze degli utenti.

Efficacia

È ormai ampiamente dimostrato che l’educazione tramite e Lerning riesca a produrre effetti concreti. Attraverso consulenze specifiche coadiuvate da sistemi di intelligenza artificiale, l’EdTech consente di creare percorsi formativi personalizzati, che tengano in considerazione le necessità, le capacità e le inclinazioni naturali dei discenti, al fine di colmare i dislivelli di competenze individuali. Oltre a questo, grazie ai dati il monitoraggio delle performance è più attivo ed efficace. Un esempio sono proprio i grafici interattivi, realizzati in realtà virtuale.

Vuoi rimanere aggiornato sui temi dell'Educational Technology?

Scopri le Newsletter Tematiche

I provider EdTech: aziende, servizi e piattaforme

Con la diffusione e l’evolversi delle soluzioni di Edtech troviamo oggi numerose piattaforme e aziende a livello italiano e internazionale. Questi provider si dividono in fornitori di tecnologia hardware e software a supporto della formazione e in fornitori di contenuti e servizi. Vediamone alcuni:

Provider Hardware e Software

Microsoft è un esempio appartenente al primo gruppo. Offre prodotti tecnologici, dai computer agli occhiali V3, e programmi a supporto di istituti e aziende, come per esempio Teams. Inoltre, propone corsi in materia per individui e docenti.

Provider di Contenuti e Servizi

Diversi sono anche i servizi erogati dalle aziende: MR Digital, per esempio, si occupa di consulenza e affiancamento per l’implementazione di soluzioni EdTech principalmente per le scuole, dai laboratori di robotica, alle strutture per il coding, ai supporti per la realtà aumentata, ecc. Rivolta a educatori e insegnanti, invece, è la piattaforma Pearson Academy, appartenente alla casa editrice Pearson.

Nello specifico, offre corsi ed eventi dal vivo per apprendere le nuove metodologie didattiche, come l’impostazione di test in modalità e-Learning. Esistono anche servizi di natura finanziaria. Un caso esemplificativo è Habacus, una data-company che si propone come intermediario tra studenti, istituti bancari ed enti formativi, al fine di poter permettere ai più giovani di finanziare i propri studi.

Piattaforme MOOC

La piattaforma MOOC di Coursera eroga contenuti gratuiti di tutti i livelli per studenti, lavoratori e singoli individui. Fondata dall’Università di Stanford, Coursera offre la possibilità di avere certificati ufficiali a pagamento. Anche edX nasce dal mondo accademico, in particolare dalla collaborazione tra il Massachusetts Institute of Technology e l’Università di Harvard. Come Coursera propone contenuti gratuiti in formato MOOC e permette di ottenere certificati a pagamento. In più, dispone di corsi online e master.

Piattaforme LMS

Un esempio di sistema LMS è Moodle, dedicato al mondo accademico e utilizzato principalmente come luogo virtuale per condividere contenuti e assignment. Rivolta alle scuole, invece, è la piattaforma LMS WeSchool, impiegata per gestire videolezioni, test, comunicazioni e, più in generale, per il monitoraggio e la valutazione degli studenti.

Learning App e Gaming

L’azienda Skilla è un esempio di provider di contenuti che fornisce tramite il mastery and blended e-Learning e la gamification percorsi pensati per una formazione corporate.

Piattaforme Online

La piattaforma e Learning PHYD, digital venture di The Adecco Group, eroga contenuti formativi ed eventi di networking per aziende. Inoltre, offre corsi e servizi per i singoli individui, come eventi di orientamento riguardanti il mondo del lavoro.

Piattaforme Digital Custom

Mylia, società del Gruppo Adecco, si propone di far crescere lavoratori e imprese attraverso un approccio human centered e data driven e una forte customizzazione dei programmi, volti a lavorare su competenze e comportamenti.

Osservatori.net, la piattaforma per l'eLearning

Anche gli Osservatori Digital Innovation propongono una piattaforma multimediale e interattiva: Osservatori.net è un portale ricco di contenuti per l’aggiornamento professionale su diverse tematiche legate all’Innovazione Digitale. Gli oltre 40 osservatori, in cui collaborano più di 100 professionisti tra Professori, Ricercatori e Analisti, realizzano centinaia di ricerche, prodotti ed eventi, rendendo gli Osservatori Digital Innovation il punto di riferimento in Italia sull’Innovazione Digitale.

Le tendenze del mercato EdTech in Italia

Delle tematiche che abbiamo visto ve ne sono alcune in particolare che occupano un posto di rilievo nel panorama del mercato italiano:

Personalizzazione dei contenuti

Consulenze specifiche, coadiuvate dall’intelligenza artificiale, possono creare percorsi educativi personalizzati basati su parametri individuali del discente (come capacità e inclinazioni naturali). L'obiettivo è quello di migliorare l’efficienza e l’efficacia dell’esperienza di apprendimento.

Upskilling e Reskilling

Che sia per sviluppare nuove competenze nel proprio ambito di specializzazione o per riposizionarsi sul mercato, l’upskilling e il reskilling sono sempre più presenti in questo momento storico. Per tale motivo le soluzioni EdTech tenderanno a supportare questi due aspetti attraverso programmi ad hoc.

Analytics e Realtà Virtuale e Aumentata

Il settore inizia a investire anche in strumenti di analisi dei dati che, oltre a supportare i trend precedenti, incidono sull’attuazione della formazione. Un esempio è la realtà virtuale, con cui è possibile creare dashboard interattive, oppure la realtà aumentata, che propone nuove esperienze di apprendimento.

Inizia ora il tuo aggiornamento professionale

TUTTI I PRODOTTI

Educational Technology

L'Osservatorio EdTech del Politecnico di Milano offre la possibilità di rimanere aggiornati sui temi principali dell'Educational Technology. Scopri Report, Insight, Podcast, Grafici e molto altro ancora sulle linee guida dell'EdTech, i principali protagonisti e le evoluzioni della domanda e dell'offerta relative ai servizi tecnologici.

Scopri tutti i prodotti
osservatorio-edtech