eCommerce B2c

E-commerce: i trend dal mondo da tenere d'occhio

24 luglio 2018 / Di Valentina Pontiggia / Nessun commento

Quali sono i trend da seguire nell’eCommerce B2c? Cosa dobbiamo aspettarci per il futuro? Di certo abbiamo la percezione, più di quanto non sia avvenuto in passato, di essere di fronte a un importante momento di discontinuità non semplice da interpretare.


La crescita dell'eCommerce in Cina, USA e Europa

Partiamo dai dati salienti. Innanziutto, sempre più consumatori (quasi 2 miliardi a livello mondiale nel 2018) acquistano online, attratti dall’ampiezza di gamma, dalla convenienza dei prezzi e dal livello di servizio assai elevato.

Secondo, nel 2018 la domandia eCommerce B2c ha raggiunto un valore di oltre 2.500 miliardi di euroÈ la Cina, neanche troppo a sorpresa, il miglior mercato eCommerce a livello mondiale (1.000 miliardi di euro), davanti agli Stati Uniti che presentano un mercato da 620 miliardi di euro. Poco più della domanda eCommerce europea, che si attesta intorno ai 600 miliardi di euro. Protagonisti nel vecchio continente sono Regno Unito, Germania e Francia che insieme costituiscono circa la metà dell'intero mercato europeo. Più arretrata l'Italia, in crescita, ma ben lontana dai numeri visti finora a livello internazionale. Qualcosa si muove anche al di là dell'Occidente, dove i grandi player internazionali hanno iniziato a credere e investire: parliamo di nuove frontiere del commercio elettronico mondiale come Africa, America Latina e Medio Oriente.

New Call-to-action


Trend eCommerce tra alleanze, nuove tecnologie e "Cyber Monday"

A cosa dobbiamo questi interessanti valori? Sicuramente ai diversi trend eCommerce (tecnologici e non) che hanno condizionato in positivo il commercio elettronico globale a cavallo tra 2017 e 2018. Negli ultimi anni, infatti, l’eCommerce B2c è stato interessato da diversi fatti particolarmente significativi che hanno evidenziato sia le opportunità sia le minacce legate al suo sviluppo. In sintesi: 

  • una serie di alleanze tra gli operatori del settore (grandi merchant, startup, ma anche aziende operanti in altri ambiti) con l'obiettivo duplice di sviluppare nuove tecnologie e di espandere il proprio business online;
  • la diffusione di nuove soluzioni tecnologiche volte, in larga parte, a migliorare la Customer Experience (intelligenza artificiale, assistenza vocale, Mobile Payment, chatbot, on-demand delivery);
  • la consacrazione di alcune ricorrenze dell'e-commerce (esempi notori sono il Single Day in Cina o il Black Friday e il Cyber Monday negli Stati Uniti);
  • la migrazione dal fisico al digitale di molte imprese tradizionali e, viceversa, il passaggio da digitale a fisico di molte Dot Com come Amazon, nate appunto per operare online.

Nel corso di quest'articolo andremo ad approfondire le principali tendenze dell'eCommerce, con un focus sulle diverse alleanze e le nuove tecnologie che innoveranno l'esperienza d'acquisto degli utenti.

 
Grandi alleanze tra grandi operatori

Il 2017, in particolare, è stato l’anno delle alleanze tra merchant eCommerce e operatori di differente natura (altri merchant, retailer tradizionali e service provider tecnologici). Oltre all’acquisizione di Whole Foods Market da parte di Amazon e alla partnership stipulata tra Walmart e Google, si contano circa 50 progetti di collaborazione tra player di grandi dimensioniSi tratta di accordi stipulati con un differente livello di intensità (partnership su un progetto, partecipazione al capitale societario o acquisizione) e per perseguire finalità diverse (sviluppo congiunto di una tecnologia o espansione commerciale ).

Tra i progetti con obiettivi tecnologici si possono citare quelli per:

  • sviluppare l’eCommerce tramite assistente vocale (Walmart-Google e Amazon-Microsoft);
  • sperimentare il self-driving nelle consegne (Domino’s-Ford);
  • testare la realtà aumentata (Yoox Net-a-Porter – Lumyer).

Tra gli accordi con finalità commerciali ci sono:

  • acquisizioni di retailer fisici da parte di grandi Dot Com per espandersi sul canale tradizionale (Amazon con Whole Foods Market e Alibaba con Intime);
  • partecipazioni (Alibaba in Lazada e in Tokopedia e JD.com in Farfetch) 
  • acquisizioni di startup o iniziative consolidate (Flipkart con eBay India, Airbnb con Luxury Retreats) per estendere il proprio dominio in settori attigui o mercati differenti.

E-commerce: i trend tecnologici a servizio della User Experience

Continuano ad affermarsi anche i trend tecnologici volti a semplificare la Customer Experience online.

Nella fase di ricerca e selezione del prodotto il focus è sullo sviluppo di dispositivi di intelligenza artificiale per l’assistenza vocale (il cosiddetto "voice shopping") grazie ai progetti di Amazon, Ocado e Starbucks.

Nella fase di ordine e pagamento ci si concentra invece sulla diffusione di soluzioni di Mobile Paymentgrazie all’impegno di tutti i principali produttori di smartphone (Apple, Samsung) e di alcuni operatori eCommerce (Alibaba, eDreams Odigeo, SaldiPrivati)

Lato consegna, il trend dominante è l’utilizzo di mezzi in self-driving (grazie alle iniziative di Domino’s, JustEat, Ocado) e sulla sperimentazione di chiavi digitali per la consegna nel baule dell’auto grazie alla collaborazione di alcuni produttori auto (Audi, Jaguar Land Rover, Smart, Volkswagen, Volvo), di alcuni corrieri (DHL) e di alcuni merchant (Amazon e John Lewis).

A supporto del processo di interazione impresa-consumatore in senso più ampio vi sono infine diverse sperimentazioni di utilizzo dei chatbot per fornire assistenza (Europ Assistance, Levi’s, The North Face).

New Call-to-action

Valentina Pontiggia

Valentina Pontiggia

Direttore degli Osservatori eCommerce B2c e Innovazione Digitale nel Retail

Articoli più letti